1

versante est monte rosa

MACUGNAGA-14-06-2018- Il Monte Rosa è una delle montagne

più conosciute del Vco e domina il paesaggio della Valle Anzasca, in particolare è possibile ammirare il suo versante orientale, noto per essere l'unico del suo genere nelle Alpi. Questa parete è così famosa per essere la più alta delle Alpi e per geomorfologia l'unica di tipo Himalayano. Le dimensioni impressionanti (2600 metri di dislivello per 4 km di larghezza) rendono ancora di più viste dal comune di Macugnaga, grazie alla distanza ravvicinata con la montagna. I tentativi per scalare la montagna iniziano nel 1782, anche se dopo alcuni giorni di appostamento la parete viene definita troppo difficile da percorrere, e solo cinque anni dopo partirà la prima spedizione, guidata dal torinese Carlo Lodovico Morozzo Della Rocca, che si arrenderà alle impervie della montagna dopo 2900 metri. Bisognerà aspettare quasi cento anni di tentativi fallimentari prima che i fratelli britannici Pendlebury, Taylor e le tre guide Oberto, Imseng e Spechtenhauser (rispettivamente italiana, svizzera e austriaca) riescano a raggiungere la vetta più alta del Monte Rosa, Punta Dufour. Successivamente la storia della parete è funestata da diverse tragedie, a causa delle valanghe e delle bufere che imperversano sul versante. Per esempio Ettore Zapparoli, amico di Dino Buzzati, che il 18 Agosto 1951, dopo diverse imprese compiute in solitario, perì nel tentativo di ascendere alla punta Zumstein. Pare che Zapparoli avesse un presentimento sulla sua imminente fine, tanto che le sue ultime parole prima di partire furono “vado a morire sul Rosa”.

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.