1

App Store Play Store Huawei Store

corta trenino verde bls stazione domodossola

DOMODOSSOLA- 31-08-2015- Sos Ossola attraverso un comunicato stampa invita

le Unioni dei Comuni ad interessarsi per un adeguato sviluppo ferroviario della linea del Sempione, trascurata rispetto agli altri valichi dalla Regione Piemonte: “Molti nostri amministratori e nominati rappresentanti del popolo- scrive il presidente di Sos Ossola Bernardino Gallo- si interessano di mille problemi, spesso piccoli che sono poco significativi rispetto ad altri. Parliamo del Sempione che ha consentito all'Ossola di uscire dal suo isolamento grazie alla grande strada napoleonica del 1800 e il traforo e la ferrovia  aperta all'inizio del 1900. La linea ferroviaria del Sempione è tra gli argomenti trascurati da costoro, oltre che dalla Regione Piemonte ripiegata sulla TAV Est - Ovest e che mai si è interessata al collegamento Nord - Sud. A onor del vero anche la Lombardia e il governo italiano hanno fatto decidere la Svizzera che ha potenziato la linea del Gottardo in quanto il percorso  è in gran parte sul suo territorio con relativi incassi. Eppure la linea ferroviaria del Sempione è quella più breve tra i porti della Liguria e i paesi del centro Europa. In questi giorni sia la Lombardia che la Liguria, hanno ripreso a interessarsi del "terzo valico" tra Novi Ligure ed Alessandria, mentre il Piemonte se ne è tirato fuori, nonostante che la macro area economica del nord ovest riguardi le tre regioni. Sulla line del Sempione solo la ferrovie private, BLS, hanno investito su una imponente galleria del Lötschberg, mentre quelle italiane, dopo lo spreco dello scalo di Domo 2, sono ferme da anni a rimodernare le linee ferroviarie. La linea Domodossola Milano ha ancora gallerie la cui sagoma non sono state adeguate e ampliate per consentire il traffico dei moderni trasporti. Anche la linea Arona - Novara, ha delle deficienze che denunciai circa cinque anni fa nell'indifferenza generale, facendo anche delle proposte per alleggerire la nostra linea che va a Novara. Queste questioni dovrebbero essere riprese dalle unioni dei comuni nei confronti delle quali faccio un appello seppur consapevole dei grossi limiti anche di conoscenza di tale problemi.

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.