1

IMG 20191104 184152 b

MONTESCHENO - 04-11-19 - Un 4 novembre,

ricorrenza della fine della Grande guerra ma anche festa delle Forze Armate e dell’Unità nazionale, particolare quest’anno a Montescheno, paese dove la memoria della storia passata è forte e sentita, in particolare per quanto riguarda le vicende belliche e in cui esisteva una Sezione dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci.

Una Sezione che sopravvisse al progressivo diminuire degli ex combattenti e che ebbe come ultimo Presidente il cav. Ettore Pozzetta, reduce del secondo conflitto mondiale come appartenente alla Guardia alla Frontiera, deceduto nel dicembre del 2017.

E proprio nella ricorrenza del 4 novembre, a cui Pozzetta partecipò sempre fin quando la salute lo permise, ha avuto luogo la cerimonia di passaggio di consegne della storica bandiera della Sezione dell’A.N.C.R. al locale Gruppo Alpini.

Nel tardo pomeriggio, successivamente alla funzione religiosa in ricordo dei Caduti, per altro in concomitanza con la festa del patrono san Carlo, celebrata dal parroco  don Massimo e della cerimonia presso la Cappella Ossario in cui sono deposti i resti mortali dell’Alpino Valentino Grossetti e del Caporal Maggiore Pierino Tori, i partecipanti si sono recati al monumento dove, dopo l’alzabandiera con l’Inno nazionale e poi gli onori ai Caduti, il primo cittadino Dario Ricchi ha ricordato il senso della manifestazione e letto i nomi scritti sulla lapide, davanti alle rappresentanze del Comune di Antrona, dei Gruppi Alpini della Valle e delle Associazioni del paese e dei cittadini presenti.

Nel suo intervento, l’oratore ufficiale Pier Antonio Ragozza ha sottolineato come “La consegna della Bandiera non è solo un gesto formale, ma un vero e proprio passaggio di testimone ed ancora, per gli Alpini ed il Gruppo che la ricevono, una grande assunzione di responsabilità, divenendo custodi non solo di un oggetto, ma di tutto quello che lo stesso rappresenta” aggiungendo come “Per tanti anni per il drappello dei Reduci di Montescheno, progressivamente ridottosi con il passare del tempo, e per il presidente Ettore Pozzetta la Bandiera della Sezione è stata veramente il simbolo dell’onore del loro sodalizio, delle sue tradizioni, della sua storia, degli amici e commilitoni Caduti e Dispersi”.

Toccante il momento il cui un figlio dell’indimenticato Presidente Pozzetta ha passato la bandiera al Capogruppo degli Alpini di Montescheno, che l’ha ricevuta con l’impegno a conservare nel tempo la memoria racchiusa in quel simbolo, facendo di questo 4 novembre un evento particolare e a modo suo storico per la comunità locale.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.