1

Liliana Segre XVIII Legislatura Senato

VILLADOSSOLA – 14-11-2019 - Un ordine

del giorno contro l'odio e a sostegno della senatrice Liliana Segre, lo propongono al voto del Consiglio comunale di Villadossola i consiglieri Alberto Lepri e Ivana Bandini, del Gruppo ViviAMOVilla.

Si legge nella proposta: "Visti gli ultimi e noti accadimenti che vedono Liliana Segre bersaglio di ingiusti insulti e terribili minacce, considerate ormai pericolose al punto tale che il Prefetto di Milano ha ritenuto di doverla proteggere mediante l'assegnazione di una scorta.  Ritenuto che le Istituzioni non possono che esprimere orrore e preoccupazione nei confronti di simili atteggiamenti rivolti ad una donna che ieri è sopravvissuta all'olocausto e che oggi ricopre la carica di Senatrice, portando la sua preziosa testimonianza della Shoah italiana. Considerato il sentimento di dolore che ogni cittadino deve sentire nei confronti della Senatrice, nuovamente privata del diritto di vivere appieno la propria libertà. Ritenuto di dover stigmatizzare la presenza di un dilagante sentimento antisemita, accompagnato ad altre manifestazioni di odio più generalizzato e diffuso. Considerato che le generazioni presenti e future devono essere preservate da ogni travisamento della storia e dall'oblio delle terribili vicende che hanno accompagnato il nazifascismo".

Lepri e Bendini chiedono quindi al Consiglio comunale di manifestare il pieno supporto e la partecipe solidarietà alla Senatrice Liliana Segre; di impegnare il Sindaco ad inoltrare una richiesta ad ANCI a nome di tutto il Consiglio Comunale, perché si faccia carico di inviare un Ordine del Giorno da votare a tutti i Comuni italiani, ai fini di esprimere sostegno alla Senatrice e di condannare ogni forma d'odio, compresa quella perpetrata sui Social Network.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.