1

lincio a

VCO -03-12-2019 - Il Gruppo consiliare

in provincia Progetto VCO ha presentato un ordine del giorno per richiamare ad un ruolo sopra le parti, in tema sanità, il presidente della Provincia Arturo Lincio con la richiesta di convocare una assemblea dei Sindaci provinciale.
"Lincio non ha fatto nulla per mediare alla grave lacerazione creatasi tra i Comuni dell’Ossola ed il resto del VCO ma anzi, si è allineato supinamente alle posizioni dettate dal Sindaco di Domodossola", si legge nella nota del Partito Democratico firmata dai consiglieri Maria Rosa Gnocchi (capogruppo) e Paolo Beltrami, Davide Bolognini, Mauro Tiboni. C'è da dire che alle accuse di questo tipo già mosse nelle settimane scorse a Lincio, questi ha replicato rimarcando come la Provincia non abbia competenza in tema sanità e che le sue scelte pubbliche vanno ascritte al suo ruolo di sindaco di Trasquera e non di presidente della Provincia.

L'ordine del giorno è stato presentato in queste ore, e sarà in discussione e in votazione alla prossima riunione del Consiglio Provinciale del VCO (nei prossimi giorni).

Il testo dell'odg

           Premesso che:

–        Il Presidente Arturo Lincio rappresenta l’Ente Provincia secondo la legge 56 /2014 e nei modi definiti dallo Statuto vigente.

Considerato che:

–        Il Presidente della Provincia, in queste ultime settimane seguite all’incontro del 25 ottobre  in Provincia con il presidente della Regione Cirio e l’Assessore alla Sanità Icardi, in cui sono state presentate proposte diverse da quelle deliberate dal precedente Consiglio Regionale sul futuro della sanità della nostra ASL, riteniamo che non abbia esercitato quell’ atteggiamento sopra le parti né di mediatore quale il suo ruolo richiederebbe in un momento in cui è a rischio la tenuta dell’unità del nostro territorio;
–        Non solo non ha  fatto nulla per mediare alla grave lacerazione creatasi tra i Comuni dell’ Ossola ed il resto del VCO ma anzi, allineandosi come Sindaco alle posizioni dettate dal Sindaco di Domodossola non ha partecipato all’Assemblea dei Sindaci ASL di mercoledì 27 novembre, non riconoscendone quindi né il valore legale come organo di indirizzo in tema di sanità né comprendendo l’importanza della sua presenza; tesa a contribuire a ricomporre quel delicato equilibrio che si era precedentemente cercato nella soluzione faticosamente trovata ed approvata all’unanimità nel 2015 proprio da quella Assemblea dei Sindaci della ASL che è stata questa volta volutamente disertata;

Riteniamo per tutto ciò che:

–        Il Presidente della Provincia Arturo Lincio non abbia saputo rappresentare quel compito di coordinatore e facilitatore al dialogo tra le diverse anime del territorio che gli compete e che soprattutto in momenti di divisione come questi è necessario esercitare, ai sensi degli art. 2 comma 3 , art. 15 comma 1, art 16 commi 5 e 6 dello Statuto provinciale;

IL CONSIGLIO PROVINCIALE CHIEDE:

–        Al Presidente della Provincia un maggiore impegno a rappresentare l’intero territorio provinciale.
–        Di convocare al più presto una assemblea dei Sindaci provinciale per facilitare un dialogo costruttivo all’interno del Vco sul tema sanità ai sensi dell’articolo 16 comma 5.

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.