1

borghi enrico

ROMA - 08-04-2020 -- Nelle RSA c'è una situazione al limite, dice Enrico Borghi

esortando la Regione a intervenire con decisione: "La Regione Piemonte ritiri la DGR del 20 marzo sull’impiego delle RSA nell’emergenza Covid19, e attui un drastico intervento per le medesime strutture - afferma il deputato ossolano -. Non servono pannicelli caldo, o minimizzazioni tendenti ad assicurare che va tutto bene. Non è così. Nelle RSA piemontesi la situazione è al limite, e serve un intervento drastico e pianificato. Bisogna subito effettuare uno screening completo di ospiti e personale, e poi circoscrivere il numero di positivi separandoli dai negativi e mettendoli subito a carico del sistema sanitario regionale. Laddove non è possibile la creazione di reparti Covid specifici, bisogna pensare alla trasformazione delle residenze in strutture CoVid con trasferimento dei negativi per fermare la diffusione del virus. Per questo è indispensabile da un lato l’integrazione del personale medico-sanitario (e qui ribadisco il mio appello alla Regione Piemonte di varare un intervento straordinario di assunzioni a tempo determinato) e dall’altro alla dotazione di respiratori assistiti e strumenti medicali per l’assistenza agli anziani malati. Non facciamo finta che il problema sia sotto controllo, perché non lo è. Guardiamo in faccia alla realtà, prima che sia troppo tardi".

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.