1

App Store Play Store Huawei Store

infermieri protezione sanitari covid

PIEMONTE- 23-11-2020-- E' scontro tra il personale

e l'Asl, tanto che è stato deciso uno sciopero generale per il 7 dicembre: "Questa Organizzazione Sindacale- scrive Angelo Gallina per la Uil Vco- visto l'esito, prima interlocutorio e successivamente negativo registrato nel tentativo di conciliazione per la procedure di raffreddamento sui conflitti nei servizi pubblici essenziali tenutosi davanti al Prefetto del Verbano Cusio Ossola lo scorso 6 novembre, visto che l'Asl del Vco non ha risolto nessuno dei problemi che gli erano stati sottoposti con lo stato di agitazione, visto che la carenza di personale in generale e in particolare nel Distretto di Domodossola, é stata affrontata solo parzialmente (per esempio, siamo consapevoli della difficoltà a reperire personale sanitario, ma è inaccettabile che 25 infermieri della Asl siano in forza al coq (Centra Ortopedico di Quadrante) di Omegna e prestino servizio per ricoverare ed eseguire interventi chirurgici programmati quando nella Azienda vi sono gli Ospedali che “scoppiano" e infermieri sottoposti a turni "massacranti". Si rileva che il Coq ha 90 posti posti letto di cui solo 28 riservati a pazienti Covid e per ultimo, ma non ultimo, l'Asl del Vco detiene il 51% delle quote societarie rispetto ai privati, ma si soddisfano solo le loro esigenze non tenendo in nessun conto la pandemia in atto.

Visto che l'Asl continua a richiedere prestazioni aggiuntive ai lavoratori part time del Comparto quando non riesce a coprire i turni ma quando dalla Regione arrivano risorse per le stesse prestazioni per ridurre le liste d'attesa, tali prestazioni non sono più possibili, perché non previste dal Ccnl e dalle leggi vigenti. Delle due l'una, o le prestazioni aggiuntive sono illegali e non vanno mai richieste, oppure sono legali e si possono sempre espletare. Una risposta netta e chiara non è pervenuta.

Visto che non e possibile aggiungere un Coordinatore alla Radiologia di Verbania, perché lo ha stabilito l'Atto Aziendale fin dal 2010 (a questa scrivente, che tratta questi temi da diversi lustri, non è venuto mai in mente che l'Atto Aziendale si occupasse del numero dei Coordinatori, noi ingenuamente e scioccamente pensavamo che si interessasse del numero dei Dipartimenti, delle Strutture Complesse e delle Strutture Semplici Aziendali, ma non finiamo mai di imparare cose nuove), visto che recentemente è venuto meno anche l'impegno assunto inizialmente dall'Asl, che richiedeva la visita dal Medico Competente per qualsiasi cambio mansione mentre ora non viene espletata quando “Il rischio aggiuntivo è irrilevante rispetto al profilo professionale". Tale rischio da chi è deciso e con quali metodi 'visto che la norma non fà alcun riferimento alla rilevanza dei rischi?

Visto che la suddivisione delle classi di rischio dei dipendenti (non si comprende perché i tecnici di laboratorio che eseguono i tamponi Covid sono in classe media mentre tutti gli altri sono in classe bassa, come se i pazienti Covid ricoverati non fanno altri esami ematochimici, e, solo il tampone causi un rischio rilevante. Mah...) o il cronoprogramma per effettuate i tamponi non ci trovano d'accordo (basta citare il fatto che le classi alte e medie fanno i tamponi ogni 30 giorni mentre le classi basse ogni 60 giorni, praticamente a pandemia finita).

Per questo si proclama lo sciopero generale per l' intera giornata o turno di lavoro del 7 dicembre 2020 di tutto il personale del comparto sanita' dell'Asl Vco

Non ricevendo alcuna disponibilità alla risoluzione di almeno qualcuno dei punti rilevati saranno proclamate altre due giornate di sciopero subito prima e dopo I' interdizione natalizia che va dal 23 dicembre al 6 gennaio che saranno comunicate nei modi e nei tempi previsti dalla vigente normativa”.

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.