1

App Store Play Store Huawei Store

bandiera italia altare patria

OSSOLA- 24-01-2021--Dobbiamo proprio morire? Io dico anche no, la causa della situazione socio/economica (covid19 a parte) è di tutti i partiti/politici, che nel tempo hanno anteposto i loro interessi a quelli del paese, non facendo le riforme strutturali necessarie, e quando la gente ha iniziato a chiederle a gran voce Loro hanno fatto niente meno che tre Commissioni Bicamerali (nel 1983 la Bozzi, nel 1993 quella di De Mita e nel 1997 quella D'Alema tutte da loro stessi affossate).

Ci fu qualcuno che andando contro tutti riuscì a proporre un referendum in cui ci fu chiesto se volevamo iniziare a cambiare qualcosa, i partiti accortisi del pericolo si coalizzarono contro e gli elettori ignari li seguirono, e ora paghiamo l'errore di allora, e siamo governati da chi neppure abbiamo scelto e che attualmente numericamente non rappresenta il popolo, ma lo fa per delle regole assurde esistenti.

L'Italia è come una nave il cui apparato direzionale si è rotto irreparabilmente, l'unica soluzione è un rimorchiatore in grado di guidarla in un cantiere per ripararla.

Per riparare l'Italia serve modificare la Costituzione adeguandola al tempo reale, da anni tutti, a secondo le proprie necessità o interessi, si sono nascosti dietro di Essa, la Costituzione è come la nostra vecchia automobile a cui siamo affezionati, ma onestamente, sinceramente e realisticamente dobbiamo ammettere che necessita sia di un meccanico che di un carrozziere.

In questi ultimi anni, e soprattutto in questi ultimi giorni, chi dovrebbe lavorare per il bene del paese ci sta facendo scoprire (anche se non è più necessario) il lato peggiore della politica e dei partiti.

Secondo me una sola persona ci può salvare dal naufragio (penso che ciò che ho scritto lo invierò anche a Lui) e ciò deve essere fatto anche a costo di non rispettare integralmente la Costituzione o le regole, ed è il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il quale dovrebbe assumersi la responsabilità di inviare quel rimorchiatore, perchè se vogliamo che quella bellissima parola "unità" diventi una realtà bisogna intervenire prima che la nave affondi, al che siamo vicinissimi.

Oggi tutti noi ci stiamo rendendo conto della gravità della situazione socio/economica, in primavera lo sarà ancor di più perchè cesseranno, non essendo eterni, i giusti provvedimenti attuali quali l'estensione della cassa integrazione e il blocco dei licenziamenti, a quel punto la reale drammaticità della situazione non lascerà più alibi, per cui per evitare il peggio è arrivata l'ora di scendere in campo e salvare la nave, farlo lo si deve anche a tutti coloro che nel tempo hanno donato la loro vita e ne cito solo alcuni Aldo Moro, Piersati Mattarella (fratello dell'attuale Presidente della Repubblica) il Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, è in memoria di Loro e di tanti altri come Loro che chiedo e dico che dobbiamo cambiare al fine di dare un futuro ai nostri figli/nipoti.

Loro credevano in un'Italia migliore, non vanifichiamo il Loro sacrificio, perchè se lo facessimo allora le Loro commemorazioni a tutti i livelli e luoghi sarebbero solo atti della commedia politica.

Io chiedo al Presidente Mattarella di sciogliere le Camere e formare una squadra che senza condizionamenti partitici rifaccia l'Italia.

L'Italia non può essere governata da apprendisti e poltronari.

Piero Gaido

Domodossola 23-01-2021

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.