1

corta volley bistrot schiacciata

DOMODOSSOLA- 10-01-2016- Sabato scorso in un PalaCavalieri

gremito è andato di scena il derby del Vco di serie C maschile tra i padroni di casa dell'Altiora Verbania e gli ospiti del Bistrot2mila8vollley Domodossola. Un successo sicuramente per la disciplina del volley che ormai da anni nella provincia azzurra riesce a esprimere buoni livelli di gioco e di pubblico nel settore maschile. Le due compagini arrivavano al derby con due posizioni in classifica ben diverse: i verbanesi con l'obiettivo ormai dichiarato di puntare ai play-off, mentre i domesi più modestamente mirano ad una salvezza tranquilla. Il pronostico era quindi tutto dalla parte dei lacuali, che per di più giocavano tra le mura amiche. Il match ha rispettato, almeno nel punteggio finale, il pronostico pre-gara e l'Altiora ha portato a casa col massimo scarto (3 a 0) il match, anche se nel primo set la squadra di coach De Vito ha fatto incredibilmente tremare i polsi a Castanò & C. che sono riusciti a chiudere a proprio favore solo ai vantaggi.

Nel primo set Domo parte con Savoia in regia, opposto De Vito, schiacciatori Baccaglio e Poletti, centrali Pedaci e Gironda e libero Turci. Le due squadre sono abbastanza contratte (come del resto ci si aspetta in un derby) e l'inizio di gara è caratterizzato da una serie di errori sia al servizio che in attacco da entrambe le parti. Verbania prova a forzare, ma non riesce a scrollarsi di dosso un Domodossola forse diverso da quello che si aspettava. Il risultato è che i ragazzi di Franzini continuano a commettere errori e Domo ne approfitta. Nel finale del set De Vito gioca la carta doppio-cambio per alzare il muro e inserisce Cardoletti e Cuda per De Vito e Savoia: il cambio paga, 3 muri consecutivi regalano a Domo il primo set ball, con Verbania messo alle corde e con Baccaglio, Poletti e Pedaci assoluti protagonisti. Sul 23 a 24 per i domesi però il regista verbanese si affida ai suoi attaccanti migliori e grazie a due buoni attacchi sulla linea Verbania riesce a prolungare due vole ai vantaggi (24 - 24, 25 - 25). Il Bistrot non ha la lucidità di chiudere nel momento decisivo e un errore sul 25 a 26 per i lacuali regala il set al Verbania che così può tirare un sospiro di sollievo. 

Nel secondo set Domo riparte bene con un buon servizio di Savoia e un muro di Poletti (1 a 3). I domesi tengono il vantaggio più o meno fino a metà set, poi un buon turno in battuta di Miani permette ai verbanesi di scappare e chiudere 25 a 18. Nel terzo set gli ossolani partono decisamente scoraggiati e l'Altiora ne approfitta immediatamente portandosi in vantaggio 10 - 4. In casa Domodossola si tenta la carta Piroia (ancora rientrante dall'infortunio alla spalla) per Poletti e in regia ci si affida a Cardoletti. I domesi dopo l'inizio di set decisamente sottotono hanno un sussulto e si rifanno sotto 12 a 14. Sembra che set e partita si possano riaprire, ma un paio di palle difendibili lasciate cadere malamente condizionano in negativo la testa dei domesi e proprio sul più bello la squadra si arrende lasciando largo agli attacchi avversari: 25 a 15 il punteggio finale e match ai padroni di casa.

Un derby sicuramente difficile per gli ossolani che avevano contro di loro diversi fattori: pronostico, classifica, campo e condizione, ma un derby che ha anche evidenziato che al di là delle motivazioni e condizioni mentali questo Domodossola non ha molto gap nei confronti dei cugini verbanesi ,così come non ce l'ha nei confronti di altre compagini più quotate. Il rammarico è sicuramente il primo set perso ai vantaggi e non chiuso quando si doveva (l'ennesimo a dir la verità in questa stagione). Nel caso in cui Domo fosse riuscito, ed era ad un passo, a portarlo a casa sicuramente la partita sarebbe proseguita in maniera diversa, soprattutto a livello mentale. 

Sabato 16 gennaio finalmente si ritorna tra le mura amiche: i domesi infatti al PalaSpezia ospiteranno alle ore 18:00 la Plastipol Ovada, quarta in classifica. Sarebbe bello tornare a far punti in casa dopo quasi un mese lontani dal proprio palazzetto.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.