1

corta manette polizia svizzera

DOMODOSSOLA – 14-01-2016 – È già tornato agli arresti domiciliari nella casa di una congiunta, a Cardano al Campo, il giovane arrestato ieri dalla Polfer di Domodossola per evasione. Spartak Qoku, 25 anni, cittadino albanese, era sottoposto a una misura cautelare a seguito di una condanna per furto e non avrebbe dovuto abbandonare l’appartamento della città varesina. Nonostante il divieto ieri mattina ha raggiunto la stazione ferroviaria di Milano, ha acquistato un biglietto per Basilea e s’è imbarcato in direzione della Svizzera. Una volta giunto a Briga, nel Vallese, è stato controllato dalla gendarmeria locale e, poiché sprovvisto di documenti, reimbarcato insieme a altre persone che non avevano titolo a entrare in Svizzera, in direzione di Domodossola. In stazione è stato preso in custodia dagli agenti della Polfer, che quando hanno inserito il suo nome della banca dati hanno scoperto che avrebbe dovuto essere a casa, l’hanno arrestato per evasione e trattenuto nella camera di sicurezza del commissariato domese.

Stamane Qoku è stato condotto in tribunale a Verbania. Assistito dall’avvocato Gabriele Pipicelli è comparso di fronte al giudice Raffaella Zappatini, che ne ha convalidato l’arresto disponendo il riaccompagnamento ai domiciliari sotto la custodia dei parenti e rinviando tutti gli atti alla Procura di Busto Arsizio, tribunale nella cui circoscrizione ricade la competenza essendosi l’evasione concretizzata nel momento in cui il giovane ha lasciato Cardano al Campo e non a Domodossola o Briga.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.