1

corta aereo american

PREMOSELLO- 25-01-2016- La natura va sempre rispettata, e temuta.

Bene lo sa Cristina Piolini, che la conosce da vicino, avendo scalato le più alte vette del mondo, e che si è trovata faccia a faccia con la potenza dei venti e della pioggia a diecimila metri di quota, a bordo del volo American Airlines che questa notte è stato costretto ad un atterraggio d'emergenza in Canada dopo avere attraversato una forte turbolenza che ha causato il ferimento di sette persone, tra cui tre dell'equipaggio. Siamo riusciti a raggiungere Cristina telefonicamente nell' albergo in Canada dove sono stati trasportati tutti i passeggeri illesi, nei pressi dell'aeroporto St. Jonh’s, nel Newfoundland, ci ha rassicurato sulle sue buone condizioni e ci ha raccontato gli attimi di terrore che ha passato: “C'è stato un enorme vuoto d'aria- spiega- l'aereo ha perso quota improvvisamente e per diversi secondi, e chi non aveva le cinture allacciate è stato sbalzato contro il soffitto. A farne le spese sono state anche tre hostess. Penso che siamo stati costretti ad atterrare in emergenza proprio perchè tre persone dell'equipaggio erano state ferite”. Da questa parte del Canada la tempesta di neve Jonas era passata domenica, bloccando il traffico aereo sulla costa orientale degli Stati Uniti. 

Cristina Piolini stava tornando in Ossola dopo essere riuscita nell'impresa di compiere in solitaria la risalita del  Nevado Ojos del Salado, un vulcano situato tra Argentina e Cile che, con i suoi 6.891 metri di elevazione, è il vulcano più alto del mondo. Cristina è partita alla volta del Cile il 10 gennaio scorso e dopo aver affrontato l'avvicinamento in mountain bike attraverso il deserto di Atacama, considerato il luogo più arido della terra, è giunta in vetta il 17 gennaio, aggiungendo così un'altro importante capitolo alle sue innumerevoli imprese.      

corta piolini crisitina cappello

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.