1

corta tribunale martello codici

S.M.MAGGIORE- 27-01-2016- Non c'era quella notte fuori da un bar di Santa Maria Maggiore dove due giovani turisti sono stati picchiati e mandati all'ospedale da un gruppo di vigezzini. Massimo Fantoni era con la propria ragazza ed un amico a Domodossola. Si è concluso con una assoluzione, e la conferma della condanna all'altro imputato, il processo d'appello celebrato a Torino per l'aggressione avvenuta fuori da un bar di Santa Maria Maggiore nell'ottobre del 2010, quando due villeggianti, Marco Ruffoni e Francesco Sangalli, vennero picchiati da un gruppo di giovani, rimediando l'uno una prognosi di 40 giorni con fratture allo zigomo e al naso, e l'altro un politrauma guaribile in cinque giorni derivante da percosse. Tre giovani vigezzini vennero identificati e rinviati a giudizio, uno, Andrea Minella, venne assolto in primo grado e due gemelli, Simone e Massimo Fantoni, difesi dall'avvocato Marco Gagliardini, vennero condannati a tre mesi, pensa sospesa, ed al pagamento di 15 mila euro di danni a Sangalli e 3 mila a Ruffoni, oltre il pagamento delle spese legali. In appello il legale ha ribadito che i due fratelli sono gemelli omozigoti, quindi praticamente identici, ma che uno dei due, Massimo, non era presente sul luogo dell'aggressione, ma era a Domo con altre persone, la sua ragazza ed un amico. La corte appello ha quindi assolto Massimo Fantoni e mantenuto la condanna del gemello Simone.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.