1

corta carnevale polacchi cattrini

DOMODOSSOLA- 30-01-2016- Per la prima volta nella sua storia ultracentenaria

il Carnevale domese è iniziato senza coriandoli, e senza contributo comunale. E' stata una scelta precisa del Comitato Polenta e Sciriuii, presentatosi a ricevere le chiavi della città in municipio senza gli allegri e colorati coriandoli per protesta, perchè per la prima volta nella sua storia non ha ricevuto un euro di contributo dal Comune di Domodossola, come ha spiegato, a sorpresa, il presidente Alberto Polacchi durante la cerimonia: “Il nostro sindaco ha dichiarato pochi secondi fa che ha risolto tutto- così Polacchi- ed ha proprio risolto tutto, come avete notato, carissimo Mariano Cattrini ed amministrazione comunale di Domodossola, siamo arrivati qui per la prima volta senza coriandoli. Avete risolto anche questo, ormai in Italia vestiamo le statue, e diamo i soldi al Carnevale Multietnico ma al Carnevale di Domodossola, che è l'associazione culturale più vecchia della Provincia no. E' una frecciatina ma era dovuta, il Carnevale di Domo è una cosa seria, il Comitato Polenta e Sciriuii è un'associazione centenaria, che ha un librone storico che doneremo al Comune e vorremmo tutti che durasse altri cento anni”. “Sappiate una cosa- ha detto il sindaco Cattrini- il vostro presidente meraviglioso ha presentato un bilancio con un grande attivo. Questo è il problema. E allora noi daremo un grande aiuto al Carnevale se farà qualcosa di grandioso, noi daremo a quanto di grandioso faranno, il contributo che vorranno.” Subito Polacchi ha approfittato delle telecamere per strappare una promessa: “Il nostro direttivo ha deciso di reinvestire nel Carnevale, stiamo cercando di fare cassa per acquistare e restaurare i nostri vestiti, ma sopratutto dobbiamo fare il palco nuovo, risale all' inizio degli anni '30 ed il costo per restaurarlo è di circa 30 mila euro, attualmente sapete benissimo quanto soldi abbiamo perchè il nostro bilancio lo depositiamo. Noi vogliamo continuare la nostra tradizione ed un palco nuovo”.

Per il video dell'intervento di Alberto Polacchi e Mariano Cattrini clicca qui

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.