1

corta bartolucci eurossla padre figlio

DOMODOSSOLA- 30-05-2015- Prestigioso riconoscimento per un giovane chef emergente ossolano,

Giorgio Bartolucci, ma anche per un cultore della tradizione ossolana, come il padre Sergio, che hanno ricevuto l'invito dal noto chef Gennarino Esposito, del rinomato ristorante salernitano “Torre del saracino”, per partecipare alla manifestazione “Festavico”, a Vico Equense, dove i più importanti chef italiani cucineranno nelle vie, dentro i negozi, nelle piazze, per una tre giorni all'insegna dell'enogastronomia d'eccellenza Made in Italy. Due di questi chef saranno padre e figlio Bartolucci, che a Domo hanno l'Hotel e ristorante Eurossola, e che proporranno una ricetta tra tradizione e innovazione ossolana, ovvero la “trota di fiume alpino affumicata, nuvola di
crodino e stinchett vigezzino”: “Avevo già provato il gelato al Crodino- spiega Giorgio ma a Napoli fa troppo caldo e c'è talmente tanta gente che è difficile da gestire come situazione di cucina, invece preparare la nuvola di Crodino nel sifone è più facile. Mi ha contattato Gennarino Esposito come “Chef promessa del 2015”, è un onore partecipare, ci sono tutti i grandi nomi italiani, tutti i numeri uno, saremo nel mezzo del gotha della cucina italiana. Quello di Vico' uno degli eventi più importanti d'Italia, dove porteremo la nostra terra in un connubio tra tradizione ed innovazione, mio padre cucinerà con l'attrezzatura tradizionale della valle Vigezzo, che porteremo con noi, gli stinchett, ed io preparerò col sifone, insomma, due generazioni, tradizione ed innovazione”.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.