1

corto chiamparino cattrini reschigna saitta

TORINO- 01-06-2015- Aveva minacciato le dimissioni, aveva detto che non avrebbe fatto la fine di Cota, tenuto sulla graticola per mesi e poi “impallinato” per le firme false. E qualcuno nel Vco ha sperato che le eventuali dimissioni del Presidente, e le conseguenti nuove elezioni, avrebbero annullato la riforma sanitaria, o almeno l'avrebbero congelata per qualche mese in cui tutto sarebbe potuto accadere. Invece, come riporta il sito torinese del quotidiano nazionale La Repubblica, i giudici amministrativi vogliono aspettare che la procura penale concluda le indagini preliminari, le perizie calligrafiche sono in ritardo e quindi ci sarà la proroga di un mese, quindi l’udienza davanti al Tar fissata per il 9 luglio sarà probabilmente rinviata a settembre. Nel frattempo però nel Vco bisognerà fare quegli incontri che il Governatore aveva promesso per arrivare a settembre con un progetto definitivo sulla medicina territoriale. A meno che, casualmente, non slittino anche quelli...

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.