1

cinofila antidroga cani finanza

DOMODOSSOLA- 20-07-2017- Nei giorni scorsi i finanzieri

della compagnia di Domodossola, nel corso dei normali controlli doganali, sul treno internazionale 220 proveniente da Venezia e diretto a Parigi, hanno rinvenuto 6,81 kg di marijuana, occultati all’interno del bagaglio personale di un cittadino nigeriano, S. I. le sue iniziali. Lla sostanza stupefacente nascosta tra i vestiti, era ben compattata e sigillata in sei involucri cosparsi di profumo intenso per cercare di confondere il fiuto di un'eventuale unità cinofila. Anche in questa circostanza tale precauzione non è stata sufficiente: "Il cane antidroga Aqua- spiegano dalla Gdf- in forza alla compagnia di Domodossola, ha subito segnalato al proprio conduttore la presenza di qualcosa di sospetto. La sostanza stupefacente sembra fosse destinata al mercato parigino e, in base ad una stima approssimativa, avrebbe fruttato illeciti ricavi al dettaglio per circa 60.000 euro. Il nigeriano, in possesso di regolare permesso di soggiorno e carta di identità italiana, e’ stato tratto in arresto e condotto presso la casa circondariale di Verbania per la violazione dell'art. 73, comma 1 del d.p.r. 309/1990. Si tratta del secondo caso di arresto di un cittadino nigeriano, e diversi sono i fattori che li accomunano: stessa la destinazione, simile il confezionamento e la qualità dello stupefacente ed entrambi registrati presso la stessa associazione, sita in Roma, che si occupa di fornire assistenza ai rifugiati e ai richiedenti protezione internazionale; saranno le indagini a stabilirlo".

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.