1

punto croce vigezzo

S.M.MAGGIORE- 03-12-2017- La preziosa e antica arte del punto croce è protagonista della mostra ospitata nelle sale di Palazzo Mandamentale a Santa Maria Maggiore. Si tratta di una mostra biennale allestita dalla delegazione vigezzina del punto croce, facente parte dell'associazione italiana punto croce, che ha sede a Reggio Emilia. I lavori esposti, sono stati eseguiti dalle abili mani di ventitré donne della valle, che ogni venerdì si ritrovano per ricamare e scambiarsi consigli. "La mostra biennale, segue quest'anno il tema dei fiori, declinati nelle miriadi di sensibilità delle autrici" spiega Maria Pia Quarzo Cerina, una delle ricamatrici dell'associazione. " Si possono ammirare più  di 180 ricami confezionati su borse, grembiuli, asciugamani, quadri, tendine, tovaglie, scatole, set da giardinaggio e addirittura un paio di stivaletti da donna ” aggiunge Vilma Cheula, da dieci anni capo delegazione Valle Vigezzo.  " Alcune di noi partecipano anche al progetto, " La bottega sulle nuvole  di Gilda" promosso da Roberto Pagano per ricordare la compagna scomparsa, appassionata di punto croce. Attraverso questa iniziativa alcune donne di Baveno sono andate ad insegnare il punto croce a Forno in Valle Strona mentre alcune di noi sono andate nelle scuole elementari della Valle Vigezzo per insegnare il punto croce ai bambini, sia maschi sia femmine" conclude Vilma Cheula. Inaugurata il 2 dicembre la mostra, gratuita, resterà aperta fino al 9 dicembre, anche durante i mercatini di Natale negli orari 10-12, 15-18 e nei giorni festivi con orario continuato.

Elisa Pozzoli

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.