1

piazza mercato notte.jpg

DOMODOSSOLA - 17-05-2018- Il comune di Domodossola

chiede il riconoscimento di città turistica piemontese. Lo fa inviando una domanda in base a dei criteri stabiliti dalla deliberazione di giunta del 2 febbraio 2018 che ha definito i nuovi criteri per l’individuazione e il riconoscimento dei Comuni turistici del Piemonte, approvando i presupposti e i criteri obbligatori ai fini di tale riconoscimento.

Il termine ultimo per presentare le domande scade al 31 maggio e dovrà essere sottoscritta dal sindaco presentando una serie di documentazione.

Domodossola ha nel proprio bilancio una quota annuale di spesa corrente destinata al turismo, per l’esercizio bilancio in corso è pari a € 80.000 (spese di personale escluse) oltre a rientrare in molte fra le altre caratteristiche previste dalla Regione per questo riconoscimento.

Infatti Domodossola ha aderito all'Agenzia Turistica locale (ATL) di competenza, ora denominata Distretto Turistico dei Laghi e con recente Deliberazione del Consiglio Comunale ha aggiornato le proprie quote di capitale, riapprovando le modifiche statutarie del Distretto. Inoltre sul suo territorio si trova un ufficio di informazioni turistiche (IAT) riconosciuto, la cui gestione è in capo all’Associazione Turistica ProDomodossola, possiede n° 458 posti letto e ha registrato nell’anno 2017 n° 71.614 presenze turistiche.

Sul  Comune di Domodossola  è presente la Riserva Naturale Speciale del Sacro Monte Calvario, istituita dalla Regione Piemonte con L.R. n°35 del 27/12/1991, il Museo di Palazzo Silva è stato riconosciuto Monumento nazionale già dall’inizio del secolo scorso.  A Domodossola  sono presenti attività culturali quali mostre, convegni, manifestazioni culturali e/o tradizionali quali fiere e mercati, che lo interessano nel complesso almeno sei mesi all’anno;.

Vi è inoltre la  Riserva Naturale Speciale del Sacro Monte Calvario che costituisce attrattiva naturalistico-ambientale di valenza nazionale e regionale, ed è caratterizzata dalla partecipazione di ca. 18.000 visitatori all'anno, attestata da dati statistici pubblici e i sacri Monti del Piemonte e della Lombardia dei quali fa parte il Sacro Monte calvario di Domodossola, inserito nella lista del patrimonio mondiale dell’Unesco.

Infine il Comune è attraversato dalla rete escursionistica della Grande Traversata delle Alpi (GTA) e dalla via storica che interessa il territorio alpino del Nord Ovest denominata sentiero Stockalper, via commerciale con la Svizzera realizzata nel Settecento.

In base a queste caratteristiche il capoluogo ossolano ha chiesto l’istanza di riconoscimento di comune turistico piemontese che potrebbe permettere ad ottenere fondi destinati a promuovere questa attività. 

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.