1

marmo

MERGOZZO-05-12-2018 - Sarà presentato

  venerdì 7 dicembre alle 21 al Museo Archeologico di Mergozzo, in occasione dell’incontro d’auguri natalizi intitolato “Miti, amori e trasformazioni”, un nuovo gioco dedicato alle pietre tipiche del VCO. Già lanciato domenica 2 dicembre a Baveno, in occasione della manifestazione “Un salto nel passato”, il gioco si chiama “Lungo la via del marmo”, è una replica del tradizionale “Gioco dell’oca” ma i suoi quesiti sono risolvibili solo conoscendo il marmo rosa di Candoglia, il granito bianco di Montorfano e il granito rosa di Baveno, le loro caratteristiche ed il loro impiego tra il Duomo di Milano ed altre importanti destinazioni in Italia e all’estero. La scatola del gioco è dotata di istruzioni, con i dati utili a rispondere ai quesiti. La nuova strenna di Natale è frutto della sinergia fra Ecomuseo del Granito, Gruppo Archeologico Mergozzo, Museo GranUM di Baveno, Fabbrica del Duomo di Milano e Parco Val Grande, con il fondamentale apporto della Fondazione Comunitaria del VCO. L’iniziativa si inquadra nel progetto “La pietra racconta”, guidato dal Comune di Baveno insieme a quello di Mergozzo e al GAM e coinvolge le scuole medie di Mergozzo, Baveno, Omegna, Orta San Giulio e Baceno, coinvolte in un progetto didattico che ha lo stesso nome del gioco. “Lungo la via del marmo” sarà distribuito in cambio di un’offerta che andrà a supportare le attività didattiche e culturali degli enti promotori. La serata di venerdì 7 dicembre a Mergozzo sarà dedicata al poeta latino Ovidio, nel bi millenario della morte. Il Museo mergozzese e il Gruppo Archeologico, con la collaborazione della presidente prof. Annarosa Braganti, insegnante di Greco e Latino presso il Liceo Cavalieri, proporranno di guardare i reperti del Museo come elementi d’ispirazione per la lettura di alcuni racconti tratti dalle opere di Ovidio, in particolare dalle “Metamorfosi”. Per informazioni: Civico Museo Archeologico di Mergozzo, tel. 0323 840809, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ; Ufficio turismo e cultura di Baveno, tel. 0323 924632, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Mauro Zuccari

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.