1

Stabilimento rumianca

PIEVE VERGONTE - 16-01-2019 - Gli operai dell'Hydrochem saranno domani in presidio alla Prefettura, in occasione dell'incontro destinato a delineare (forse) il futuro dello stabilimento chimico. Al cospetto del prefetto Iginio Olita, ci saranno i rappresentanti della societaÌ€ tedesca (gruppo Icig), proprietario dello stabilimento. Ad ascoltare quali sono le intenzioni della società sul futuro di Hydrochem, le organizzazioni sindacali, il vicepresidente della Regione, Aldo Reschigna e il sindaco di Pieve, Maria Grazia Medali. L'incontro potrebbe essere quello che farà finalmente chiarezza sulle intenzioni dell'azienda sul futuro del sito che impiega 102 persone. Ovvero, se investirà ulteriormente con l'ingresso di nuovo socio, o se - e questa è l'ipotesi che preoccupa il sindacato - ci saranno nuovi ritardi nell’attuazione degli investimenti. Va ricordato che a novembre passato, il ministero dell'Ambiente aveva dato il via libera alla costruzione dell'impianto a celle a membrana, quello che permetterebbe, finalmente, di parlare di "chimica pulita" nello stabilimento dove per decenni la produzione di cloro soda è avvenuta con l'inquinante tecnologia a mercurio. Vietato da decenni in Europa, e in funzione a Pieve grazie a deroghe su deroghe; un anno fa l'impianto a mercurio è stato stoppato, cosa che ha comportato il ricorso alla cassa integrazione straordinaria (a rotazione) per i lavoratori. Il progetto di un impianto a "celle a membrana" era da anni sulla carta, ma la proprietà aveva intenzione di realizzarlo in un punto dell'area industriale adiacente alle zone di bonifica; successivamente s'è ritenuto opportuno spostare l'impianto in una posizione più defilata, cambiamento che ha richiesto l'avvio di un nuovo iter procedurale al ministero, quindi un prolungarsi dell'attesa. Col via libera del ministero, occorre adesso che Hydrochem proceda con l'investimento necessario per questa realizzazione: si parla di 20-25 milioni di euro.

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.