1

App Store Play Store Huawei Store

PG Locarno Film Festival 1

LOCARNO - 06-07-2022 -- Con una doppia conferenza stampa, una a Berna in mattinata, una a Bellinzona nel pomeriggio, si è presentato ai media elvetici e internazionali il 75mo Locarno Film Festival. Un'edizione da cifra tonda, con anniversari da festeggiare e bei nomi da promuovere quella che andrà in scena dal 3 al 13 agosto, nel nome di quella settima arte sempre più chiamata a sondare le complessità del mondo. Il direttore artistico del Locarno Film Festival, Giona A. Nazzaro conferma: "La selezione dei film che abbiamo messo insieme dopo avere visionato e valutato più di 3’000 titoli (di ogni formato e lunghezza) vuole essere il segno di un tempo e di un cinema in movimento. Un tempo storico che si muove contemporaneamente in più direzioni e di un cinema che s’interroga sul mondo e su come vivere in esso responsabilmente, in forme sostenibili. L’immagine è una testimonianza e una dichiarazione di solidarietà. Anche quando è urticante, e brucia. [...]. I film selezionati, che vi invitiamo a scoprire, sono il segno di una creatività forte e consapevole di un’arte viva, al passo con i tempi, che non si guarda alle spalle, ma con lo sguardo saldamente in avanti. Un cinema al presente indicativo".
GLI ITALIANI IN GARA PER IL PARDO D'ORO
Sono 17 le opere nella sezione principale, quella del concorso internazionale, film in prima mondiale in corsa per il Pardo d’oro.  Due i film italiani in gara, in realtà si tratta di coproduzioni: Il Pataffio di Francesco Lagi (Italia/Belgio – 2022) e Gigi La Legge di Alessandro Comodin (Italia/Francia/Belgio – 2022). Un italiano anche nel concorso internazionale "Pardi di domani", riservata ad autori emergenti, si tratta di "Faccia di cuscino", di Saverio Cappiello. Fuori concorso troviamo invece "Prisma" (Episodio 1 e 2) di Ludovico Bessegato.

I PREMIATI

Pardo alla carriera Ascona-Locarno a Costa-Gavras (l Pardo alla carriera Ascona-Locarno è attribuito a personalità che con il loro contributo artistico hanno ridefinito il cinema e l’immaginario collettivo).
Pardo d’onore Manor a Kelly Reichardt; Premio Raimondo Rezzonico a Jason Blum; Vision Award Ticinomoda a Laurie Anderson; Lifetime Achievement Award a Matt Dillon.

LA RETROSPETTIVA
Appuntamento amato da cinefile e cinefili e da studiose e studiosi di tutto il mondo, la Retrospettiva quest’anno è dedicata all’opera cinematografica di Douglas Sirk. "Autore riscoperto e amato dalla Nouvelle Vague e da registi come Rainer W. Fassbinder e Bernardo Bertolucci. Celebre per i melodrammi realizzati a Hollywood per la Universal, Sirk ha attraversato tutta la storia del Novecento, saldando la sensibilità europea, maturata nell’alveo del teatro tedesco di inizio secolo, il cinema espressionista e non solo e il sistema statunitense degli Studios, con i suoi linguaggi e le sue logiche produttive".
La Retrospettiva dedicata a Douglas Sirk è curata da Bernard Eisenschitz e Roberto Turigliatto, in collaborazione con la Cinémathèque française e la Cinémathèque suisse.

TUTTI I FILM DEL CONCORSO INTERNAZIONALE

IL PATAFFIO di Francesco Lagi 23 Italia/Belgio – 2022
con Lino Musella, Giorgio Tirabassi, Viviana Cangiano, Giovanni Ludeno, Vincenzo Nemolato, con Alessandro Gassmann, e con Valerio Mastandrea Produzione: Vivo film con Rai Cinema

GIGI LA LEGGE di Alessandro Comodin
Italia/Francia/Belgio – 2022
con Pier Luigi Mecchia, Ester Vergolini, Annalisa Ferrari, Tomaso Cecotto, Massimo Piazza, Mario Fontanello, Mario Pizzolitto, Ezio Massarutto, Ulisse Buosi, Rebecca Martin

ARIYIPPU (Declaration) di Mahesh Narayanan
India – 2022
con Kunchacko Boban, Divya Prabha, Lovleen Misra, Danish Husain, Kannan Arunasalam, Faisal Malik, Kiran Peethambaran, Sidharth Bhardwaj, Dimpy Mishra.

BALIQLARA XÜTBƏ (Sermon to the Fish) di Hilal Baydarov Azerbaigian/Messico/Svizzera/Gran Bretagna – 2022
con Rana Asgarova, Orkhan Iskandarli, Huseyn Nasirov.

MATTER OUT OF PLACE di Nikolaus Geyrhalter Austria – 2022

BOWLING SATURNE di Patricia Mazuy
Francia/Belgio – 2022
con Arieh Worthalter, Achille Reggiani, Y-Lan Lucas, Leila Muse

NAÇÃO VALENTE (Tommy Guns) di Carlos Conceição Portogallo/Francia/Angola – 2022
con João Arrais, Anabela Moreira, Gustavo Sumpta, Miguel Amorim, Vicente Gil, André Cabral, Ivo Arroja, Diogo Nobre, João Cachola, Meirinho Mendes, Ulé Baldé, Leonor Silveira, Silvio Vieira, Angelina Gonga.

DE NOCHE LOS GATOS SON PARDOS di Valentin Merz
Svizzera – 2022
con Adrian Merz, Alain Labrune, Andoni De la Cruz, Bishop Black, Candida Sanchez, Céline Carridroit, Daniel Binggeli, Dogartzi Magunagoicoechea, Donaji Mendoza, Jean-Charles de Quillacq, Jean Legros, Kahlil Dahi, Leon David Salazar, Mara Thurnheer, Marie Lanne-Chesnot, Matthieu Palud, Maxi Schmitz, Miguel Moraes Cabral, Nadège Naria, Natalia Portnoy, Pablo Marte, Printille Davigo, Robin Mognetti, Sharon Celeste, Tatiana Pozzo di Borgo, Valentin Merz, Wanda Wylowa, Yanna Rüger, Yannick Chassagne.

PIAFFE di Ann Oren
Germania – 2022
con Simone Bucio, Simon(e) Jaikiriuma Paetau, Sebastian Rudolph.

REGRA 34 (Rule 34) di Julia Murat
Brasile/Francia – 2022
con Sol Miranda, Lucas Andrade, Lorena Comparato, Isabela Mariotto Produzione: Esquina Filmes, Bubbles Project.

SERVIAM – ICH WILL DIENEN di Ruth Mader
Austria – 2022
con Maria Dragus, Leona Lindinger, Anna Elisabeth Berger, Sophia Gómez- Schreiber, Petra Morzé, Udo Samel.

SKAZKA (Fairytale) di Aleksandr Sokurov Belgio/Russia – 2022

STELLA EST AMOUREUSE di Sylvie Verheyde Francia – 2022
con Marina Foïs, Benjamin Biolay, Flavie Delangle.

STONE TURTLE di Ming Jin Woo Malesia – 2022
con Asmara Abigail, Bront Palarae.

TENGO SUEÑOS ELÉCTRICOS di Valentina Maurel Belgio/Francia/Costarica – 2022
con Reinaldo Amien Gutiérrez, Daniela Marín Navarro, Vivian Rodríguez, José Pablo Segreda Johanning.

HIKAYAT ELBEIT ELORJOWANI (Tales of the Purple House)
di Abbas Fahdel Libano/Iraq/Francia – 2022.

HUMAN FLOWERS OF FLESH di Helena Wittmann
Germania/Francia – 2022
con Angeliki Papoulia, Ferhat Mouhali, Gustavo de Mattos Jahn, Ingo Martens, Mauro Soares, Vladimir Vulevic, Steffen Danek, Nina Villanova, Denis Lavant.