1

corta convenzione alpi

CRODO-20-05-2015- Chi sono "I nuovi abitanti delle Alpi" ? Di questo si è discusso a Crodo

al termine della Relazione dello Stato delle Alpi coordinata da Ars.Uni.Vco. Al tavolo Gian Mauro Mottini docente all'istituto agrario Fobelli di Crodo, ed il suo collega, e presidente della Provincia, Stefano Costa. Impossibilitato a partecipare l'onorevole Enrico Borghi, presidente dell'Uncem, l'Unione dei Comuni di Montagna, ha inviato un breve scritto in cui ha illustrato i vantaggi dello sviluppo del nostro territorio nel panorama europeo, lanciando un monito sulla necessità di snellire ed incentivare le imprese, che sono i capisaldi su cui si basa l'economia locale. Fra le discussioni su come invertire la tendenza dello spopolamento alpino si è spiegato che è necessario lo sviluppo delle risorse, delle tecniche di coltivazione, produzione e soprattutto di vendita dei prodotti locali. Non secondo è lo sviluppo del settore turistico, per il quale negli ultimi anni si è fatto molto, ma ancora tanto è da fare. Al centro del futuro ci sono i giovani, che secondo tutti gli interlocutori sono i veri interessati al cambio di tendenza: “Ci sono segnali positivi- così il presidente Costa- ma devono essere sviluppati con progetti e opere per valorizzare il territorio, che gettino le basi per sostenere il futuro del territorio alpino che incalza. In Regione si definisce ora la sospirata autonomia provinciale, che apporterebbe grandi occasioni e vantaggi, come ampiamente dimostrato in altre realtà”.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.