1

zanetta valter contento

DOMODOSSOLA –10-01-2017- L'ex senatore Valter Zanetta, coordinatore regionale

dei Conservatori Riformisti, ha annunciato in una conferenza stampa che, dopo un lavoro di un anno e mezzo svolto in tutta Italia con Raffaele Fitto e Roberto Rosso, verrà lanciato a Roma il 28 gennaio il nuovo partito: “Pensiamo che sia necessario all'interno della coalizione del Centro Destra – ha detto Zanetta - un partito che in qualche misura comprenda le posizioni centrali più programmatiche, più moderate questo credo possa avvenire con la ripartenza di un partito che esalta questi concetti”. Zanetta ha comunicato che i Conservatori Riformisti hanno accolto molte adesioni in tutta Italia. “ Il primo obiettivo – prosegue Zanetta - sarà quello dell'indizione delle primarie del Centro destra. Sia Giorgia Meloni di Fratelli d'Italia che Matteo Salvini della Lega sono della stessa opinione”. L'ex senatore pensa anche ad un'iniziativa a livello provinciale di raccolta firme per il passaggio alla Lombardia. “Il fatto che le province siano state mantenute -spiega - ci permette di riprendere quel tema. Si tratta di creare un consenso sull'iniziativa questo servirà se non altro a stimolare la Regione Piemonte a fare quanto ha fatto la regione Lombardia”. A livello regionale uno degli obiettivi è quello della revisione della legge elettorale. ''Le legge elettorale regionale ci penalizza, va cambiata - spiega - . Solo l'exploit elettorale di Reschigna ha permesso di avere un rappresentante. Ma il Vco difficilmente potrà averne un altro. Inoltre Chiamparino faccia come Veneto e Lombardia che hanno riconosciuto i canoni idrici alle province di Belluno e Sondrio. Oggi parlare di provincia montana è inutile, è una cosa che non esiste. Se non ci ascoltano diamo il via al referendum per passare alla Lombardia''. A livello locale uno dei temi cruciali dei conservatori riformisti sarà il nuovo ospedale. Zanetta ha elogiato l'iniziativa del sindaco di Domodossola che sul sito del Comune ha installato il contatore sull'ospedale. “Dopo un anno di promesse – ha detto - solo ora avviamo la variante al Piano regolatore di Ornavasso. E i tempi per l'approvazione in Regione sono lunghi. Sul sito dove fare il nuovo ospedale va fatta un'accurata verifica. Mi piacerebbe convocare una conferenza in quel luogo. Fare in collina l'ospedale nuovo costerà 5 milioni di euro in più per la strada e questi sono da aggiungere 14 milioni per il parcheggio sotterraneo multipiano''.

Mary Borri

 

 

 

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.