1

App Store Play Store Huawei Store

gianfri valgrande piedinudi
MALESCO – 19-06-2015 – Gianfry riposerà nel cimitero di Malesco.

Non è ancora arrivato il via libera alla sepoltura dell’eremita della Val Grande, ma le autorità hanno deciso che l’ultimo suo viaggio terreno lo compirà in Val Vigezzo. Sarebbe stato lui stesso a esprimere in vita questa volontà che i tanti amici che l’hanno conosciuto sui monti del Vco stanno cercando di esaudire. Nonostante la sua scelta di vita l’avesse portato a isolarsi dalla civiltà come la conosciamo noi, infatti, Gianfranco Bonaldo – questo il suo nome e cognome anagrafico – aveva stretto saldi legami ed era ben voluto da quella comunità che frequenta la Val Grande.

Le esequie del 59enne originario della Lombardia saranno nel centro ossolano e le spese verranno divise tra quel comune e quello di residenza, Cossogno. Anche se il suo eremitaggio erano i boschi e gli alpeggi, la legge gli aveva assegnato una residenza. Nessun indirizzo, niente cassetta postale. Però nei documenti ufficiali Gianfry risultava vivere a Velina.

Nelle ore successive alla sua scomparsa s’è cercato di capire se avesse qualche parente ancora in vita. La ricerca è partita dal paese d’origine, Sesto Calende, e s’è arrestata a Mestre dove, per un certo periodo, una zia in su di età aveva soggiornato in una casa di riposo. Le ricerche sono state vane.

Nella prima serata di oggi all’ospedale di Domodossola s’è concluso l’esame autoptico. Il medico legale attende il via libera del magistrato per consegnare la salma alle autorità, che organizzeranno il funerale.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.