1

App Store Play Store Huawei Store

corta papa francesco sala nervi lettura

VOGOGNA- 20-06-2015- Rispetto per l'ambiente, anche quello montano.

Il presidente dell'Unione dei comuni di montagna Enrico Borghi interviene con un grande apprezzamento sulle anticipazioni della nuova Enciclica di papa Francesco: "Le parole del Papa nell'Enciclica Laudato si' sono estremamente importanti per chi ha responsabilità politiche e istituzionali. Perché richiamano al senso vero del vivere in un territorio e in ecosistema che deve proteggere se stesso e noi. Ci impongono un cambio di passo nel definire scelte e opportunità per i singoli e la collettività. Un'ecologia integrale non accetta compromessi e mezze misure". Così l'on. Enrico Borghi, presidente Uncem e presidente dell'Intergruppo parlamentare per lo Sviluppo della Montagna. Borghi, che è membro della Commissione ambiente della Camera dei Deputati, richiama in particolare l'appello di Papa Francesco a riequilibrare, a livello globale e locale, differenze e privilegi, accesso alle risorse e obiettivi di crescita e sviluppo. "Credo che questa Enciclica - puntualizza Borghi - contenga parole che scuotono le coscienze di chi ha fatto scelte negli anni passati, ma soprattutto chi deve farle oggi e nei prossimi anni. Un'Enciclica non si commenta come un testo o una nota comune. Va letta nel senso vero e più autentico, cercando di scoprire e rispettare, diffondere, i valori che la ispirano. Ma il Papa mi pare ci chieda anche coerenza. Nel dire e nel fare, ciascuno con la sua responsabilità, delle scelte lungimiranti e ispirate da quella mano che ha dato vita al Creato, nostra casa. Chi è cattolico deve maggiormente riconoscere questo disegno e interpretarlo. Papa Francesco non parla solo di ambiente, ma dell'uomo in relazione con l'ambiente nel quale vive e opera. È straordinario nella potenza delle sue parole, seppure con affermazioni misurate e piene di moderna ecologia. Tocca anche a noi capirle, meditarle. Per rendere le scelte che faremo su gestione delle risorse naturali, energie rinnovabili, gestione delle foreste, mobilità sostenibile, assorbimento della Co2, ruolo dei territori rurali, veramente degne e adatte alle comunità che ci hanno eletto".

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.