1

App Store Play Store Huawei Store

premio testre martini 17 mix

TOCENO- 15-10-2017- I valori e le tradizioni della montagna sono stati celebrati nel pomeriggio di sabato a Toceno, in occasione della ottava edizione del Premio Letterario Andrea Testore - Plinio Martini - Salviamo la Montagna. La collaborazione con il Canton Ticino dà all’evento un tocco di internazionalità, così come l’attribuzione del primo premio nella sezione Narrativa assegnato ad una candidata residente a Parigi.  Gli elaborati sono giunti dalla Svizzera ma anche da varie località del nord Italia. Una buona partecipazione per questo concorso, nato nel 2010 per ricordare la figura di Andrea Testor, benefattore tocenese, letterato, autore di pregiate  composizioni sulla Valle Vigezzo e soprattutto promotore della ferrovia Vigezzina.  Benito Mazzi, scrittore e giornalista vigezzino sottolinea come “ i rapporti tra la Valle Vigezzo e il Ticino, soprattutto la Valle Maggia, sono da sempre molto stretti, per il passato comune fatto di fatica, di desiderio di riscatto, di vita legata alla montagna”. Il premio alcuni anni fa  è stato anche intitolato allo scrittore ticinese Plinio Martini autore del romanzo “Il fondo del sacco”  testo fondamentale per la letteratura italiofona della vicina Svizzera. Infatti in giuria vi è il figlio dello scrittore, Alessandro Martini ( attuale presidente del premio)  e oggi  è stata assegnata una targa ai due ricercatori, Matteo Ferrari e Mattia Pini che hanno pubblicato un’edizione critica dell’opera del Martini. Tra i giurati  erano presenti oltre  ad Alessandro Martini docente  dell’università di Friburgo anche Vasco Gamboni, sempre  dell’università di  Friburgo, Benito Mazzi, Patrizia Testore ( nipote  di Andrea Testore), lo scrittore e giornalista  Teresio Valsesia, il ricercatore Matteo Ferrari e il sindaco di Toceno, Tiziano Ferraris. Oltre cinquanta i partecipanti al Premio letterario italo - svizzero  organizzato dai Comuni di Toceno, Cevio e Lavizzara e dalla Fondazione Valle Bavona. La giuria ha  straordinariamente assegnato una targa alla carriera a suor Gemma Maria Chiapponi, 97 anni, per l’ impegno in favore della cultura e della montagna profuso nei tanti anni trascorsi in valle .

La targa Susanna Giorgis, offerta dal Comune di Toceno, è stata poi  assegnata a Giacomo Bonzani di Villette per la poesia “Susy” nel ricordo di una infaticabile propugnatrice dei valori vigezzini. Infine è stata  assegnata dagli “Amici della Montagna” la targa Amico della Montagna 2017 per il  personaggio che si sia particolarmente distinto nell’opera di salvaguardia della montagna e del suoi valori, a  Luciano Cattaneo che è  stato presidente del   Soccorso alpino e  anche presidente del CAI Valle Vigezzo. La seconda parte del premio denominata  “ La montagna giovane” con il coinvolgimento delle scuole, si terrà l’11 novembre a Cavergno, in Svizzera.