1

App Store Play Store Huawei Store

pizzi countdown otto 17

DOMODOSSOLA- 18-10-2017- Lucio Pizzi attacca la Regione sull'ospedale di Ornavasso “collina”evidenziando come da due anni a questa parte, quando venne siglato il protocollo d'intesa tra i comuni del Vco per la costruzione del nosocomio provinciale ad Ornavasso, non si vedano ancora fatti concreti. Il countdown attivato sul sito ufficiale del comune sulla data prevista per lìinaugurazione dell'Ospedale intanto scorre inesorabile, alla data promessa mancano poco più di due anni: “Man mano che il tempo passa le affermazioni del Vicepresidente della Regione Piemonte Aldo Reschigna sull'iter dell'ipotetico Ospedale Unico di Ornavasso “collina” perdono sempre più di credibilità.Vediamo il perchè. Il 24 novembre 2015 veniva siglato un Protocollo di intesa tra i Comuni di Domodossola (amministrazione Cattrini), Omegna, Verbania, Ornavasso da un lato e Regione Piemonte, Asl Vco e Conferenza dei Sindaci dall’altro, finalizzato alla realizzazione dell’Ospedale Unico di Ornavasso “collina”. Questo documento, sulla base del quale Reschigna e il Pd vorrebbero chiudere l'Ospedale San Biagio di Domodossola, prevedeva che la Regione Piemonte (art.4) verificasse la facilità di accesso al nuovo ospedale, la presenza della rete di trasporto pubblico, la fattibilità dell’intervento in ordine sia alla rete infrastrutturale sia ai vincoli di carattere idrogeologico e ambientale. E' utile ricordare come il Protocollo preveda la realizzazione della struttura e l'attivazione dei servizi in 4 anni: quindi, secondo chi ha sottoscritto, nel 2019 dovremmo vedere ultimato e già operativo l’Ospedale Unico di Ornavasso “collina”.

Queste le promesse. Ma cosa è stato fatto finora? Nulla.

L’unico atto regionale di cui disponiamo è la Deliberazione di Giunta n. 1 – 4881 del 12 aprile 2017, con la quale è stato approvato un documento di fattibilità “Prime valutazioni ai fini della candidatura per l’acquisizione di finanziamenti pubblici del nuovo ospedale unico”: è stato quindi approvato un documento di portata generale che non chiarisce né come né con quali soldi verrà fatto il futuribile ospedale unico, nulla a che vedere con un vero e proprio studio di fattibilità che deve essere specifico, particolareggiato nei dettagli e completo. Ma non è tutto.

Infatti la stessa delibera mette nero su bianco che il progetto, quello vero che ancora non c’è, dovrà analizzare ed approfondire la sostenibilità dell’intervento anche in relazione all’individuazione di “soluzioni mirate a mitigare e superare tutte le criticità”: quindi è acclarato, ci sono delle criticità. E quali sono?

Ovviamente basta un po’ di buon senso: anche il comune cittadino può arrivare da solo ad intuire che difficoltà si presenterebbero nel realizzare ex novo un Ospedale Unico sul cucuzzolo di Ornavasso e quanto potrebbe costare alla collettività, ma soprattutto capire che se ne riparlerà minimo tra dieci o quindici anni, forse... Ma non è finita.

Verso fine agosto Reschigna affermava di aver definito insieme all'Assessore Regionale Saitta un cronoprogramma, secondo il quale entro settembre l'Asl avrebbe affidato a SCR (società di committenza regionale) la funzione di stazione appaltante per valutare le offerte e l’affidamento dei lavori: ma l'atto amministrativo che definisce il cronoprogramma dov'è? Da quando i cronoprogrammi “a chiacchiere” di due persone hanno valore di atto amministrativo? E come fanno ad avere certezza dei termini di appalti neppure ancora finanziati? Come fanno ad avere certezza che qualche privato presenterà un’offerta idonea a “superare e mitigare le criticità”?

Adesso Reschigna è venuto a raccontarci che i lavori inizieranno verso la primavera del 2019, quando avrebbero dovuto essere già finiti. L'unica certezza è che entro il 2019 non sarà realizzato l'Ospedale Unico di Ornavasso ma terminerà invece il mandato di Reschigna in Regione.

Come Sindaco di Domodossola posso solo ribadire tre punti:

  1. poco dopo il mio insediamento l'Amministrazione di Domodossola ha deliberato, per quanto di propria competenza, di non dare seguito al Protocollo d'intesa per la realizzazione dell'Ospedale Unico di Ornavasso “collina”;

  2. il progetto dell’Ospedale Unico di Ornavasso “collina” è una scusa per chiudere il nostro Ospedale San Biagio che invece, lo ripeto per l'ennesima volta, non si tocca;

  3. sarebbe ormai davvero opportuno che anche gli altri Sindaci ossolani cominciassero a ricredersi sulla bontà di tutto questo pasticcio, schierandosi a difesa del presidio ospedaliero delle valli e dei suoi servizi che sono sotto attacco giornaliero.

Il countdown sul sito del Comune di Domodossola continua a scorrere e si sentono solo chiacchiere:

il San Biagio non si tocca”.