1

App Store Play Store Huawei Store

corta frutta cassette

DOMODOSSOLA- 04-08-2015- Un lettore, noto professionista che chiede l'anonimato per l'imbarazzo di essere stato raggirato, ci scrive raccontando l'esperienza avuta con un venditore abusivo di frutta nel capoluogo ossolano, episodio capitato con le stesse modalità, ma con differenti importi elargiti, anche allo suocero ed a un paio di amici: “Il raggiro professionistico nelle vie di Domodossola sembra abbia colpito molti in queste ultime settimane- spiega il domese raggirato- lui è un professionista della vendita, un autodidatta inconsapevole di utilizzare le migliori tecniche di vendita e una buona dose di sfacciataggine. La tecnica: sei in auto e ti si avvicina scendendo dal suo furgone, l' apparenza è quella di un ragazzo con pochi capelli, con una età che può essere compresa tra i 20 e i 30 anni, senza paura di essere imprecisi. Ti saluta con la mano e ti sorride in modo solare. Tu non lo conosci ma lui, continuando a salutarti con la mano e sorridendo, si avvicina. E tu incuriosito abbassi il finestrino: “Sono il figlio di Antonio, quello dell’impresa edile… sai abbiamo chiuso l’impresa ed ora abbiamo aperto un negozio di frutta e verdura”. Tu rimani perplesso, un figlio cambia e puoi non riconoscerlo, un Antonio che faceva il muratore lo abbiamo “incrociato” quasi tutti... lo guardi annuendo e lui incalza: “Sai..devo fare un po’ di pubblicità, ti regalo una cassetta di frutta e tu mi fai passaparola. Sorride e dal suo furgone ti scarica una cassetta di frutta, pere nel mio caso. Tu ringrazi e lui …. Aspetta, aspetta, e dopo che tu hai aperto il baule per mettere la cassetta di frutta arriva con un’altra cassetta, e te la mette nel baule e ti dice: “Ecco questa altra cassetta, però dammi qualcosa”. E così scatta la vendita. Hai solo pezzi da 20 euro, come nel caso di un mio amico? Ti mette ancora una cassetta, ti sorride e ti parla animatamente di frutta e ti chiude il baule. Hai 10 euro come l'altro mio amico? Ti ringrazia, ti chiude il baule e ti saluta sorridente. Hai solo 5 euro come mio suocero? Si riporta via una cassetta, ti saluta sorridente e va. Hai solo pezzi da 50 euro, come è capitato a me? “Nessun problema ti dò il resto”, ti aggiunge un paio di cassette nel baule, prova a dire che ti ha fatto un regalo, che hai fatto un affare e tu, interdetto da tanta intraprendenza, gli fai notare che 50 euro sono troppi, e lui ti restituisce 10 euro, ti sorride, ti chiude il baule, ti ringrazia, ti conferma la bontà dell’affare e si defila. La frutta risulterà al limite della maturazione, e tu sentendoti un po’ grullo te ne vai a casa. Questo episodio è successo a diverse persone che hanno confermato punto per punto quanto successo allo scrivente, che rimane anonimo per timidezza”.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.