1

App Store Play Store Huawei Store

corta monte leone tramonto

SAN DOMENICO- 23-08-2015- Le condizioni meteo quasi proibitive non hanno fermato gli organizzatori di Vette d'artificio e nemmeno il numeroso pubblico, già molto affezionato alla rassegna nonostante sia questa la sua primissima edizione. Sono stati infatti oltre 1000 gli spettatori che hanno deciso di raggiungere l'Alpe Ciamporino attraverso gli impianti di risalita della San Domenico Ski. Un successo dunque, lo show di chiusura della prima ed unica rassegna piromusicale in alta quota mai proposta in Italia, che sabato 22 agosto ha illuminato i cieli (e le nebbie) della località ossolana. La situazione meteo, con fitte nebbie e nuvole basse che hanno disturbato la visuale, ha ovviamente condizionato l'afflusso di pubblico, ma gli organizzatori e i comitati promotori si dicono pienamente soddisfatti. "Non possiamo che definirla un'esperienza entusiasmante - conferma Fabio Graziani, titolare della GFG Pyro, società organizzatrice della kermesse - Riuscire, nonostante condizioni meteo sempre complicate, a confermare tre grandi spettacoli piromusicali, attirando in altrettante località alpine meravigliose migliaia di spettatori, è per noi motivo d'orgoglio. Gli spettacoli sono stati apprezzati, soprattutto per il bassissimo impatto ambientale, grazie ad effetti sonori decisamente più contenuti rispetto ai soliti "botti". Tenevamo particolarmente a questo aspetto e siamo felici che il pubblico abbia colto questa peculiarità. Voglio ringraziare tutti i comitati promotori per la fiducia che hanno riposto nei confronti di una novità assoluta come Vette d'artificio. Stiamo già pensando alla seconda edizione, con l'auspicio - conclude Graziani - che la rassegna possa allargare i confini e diventare sempre più ricca". Vette d'artificio ha coinvolto per questa primissima edizione tre località dell'alto Piemonte, la Piana di Vigezzo, Macugnaga e San Domenico, contribuendo a farle conoscere in una veste totalmente innovativa. Un'operazione di marketing turistico dal forte impatto, come confermato da tutti i comitati locali, che hanno riscontrato un notevole incremento di presenze e fruizione degli impianti di risalita. Dettaglio, quest'ultimo, non di poco conto, specie per impianti che "vivono" di turismo invernale e necessitano di una promozione più decisa per il periodo estivo. Vette d'artificio, l'unica rassegna piromusicale in alta quota mai proposta in Italia tornerà nell'estate 2016.

Foto di Giancarlo Parazzoli

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.