1

App Store Play Store Huawei Store

corta tribunale verbania

DOMODOSSOLA- 11-09-2015- Curiosa vicenda giudiziaria, a lieto fine, quella in cui è incorso il domese Luciano Cerami, difeso dall'avvocato Giovanni Zoppetti. Era stato derubato del portafogli mentre era in un bar a Domo, subito aveva chiamato i carabinieri, che erano accorsi al bar, ma del portafoglio, pieno di documenti e dello stipendio svizzero appena incassato, non c'era più traccia. Quindi Cerami dovette fare la denuncia in caserma del furto di carta d'identità, patente, codice fiscale, ecc. La stessa sera venne fermato in un normale controllo stradale e mostrò ai militari la “carta del conducente”, spiegando di avere fatto denuncia per il furto della patente. La “carta del conducente” è un documento del tutto simile alla patente che gli autisti di camion ( questo è il lavoro di Cerami in Svizzera ndr.) devono possedere. Nel rapportino dei carabinieri, insieme a tutti gli altri controllati di quella sera, finì così anche il nome di Cerami, che risultò però aver mostrato la patente. In seguito al controllo incrociato della denuncia e del successivo rapporto di esibizione del documento scattò nei suoi confronti la denuncia che oggi, spiegata dall'avvocato Zoppetti, ha convinto il giudice, che ha assolto con formula piena, perchè il fatto non sussiste, l'imputato.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.