1

App Store Play Store Huawei Store

corta volley bistrot squara 2016 

DOMODOSSOLA- 26-10-2015- Partita difficile quella di sabato scorso

per il Bistrot2mila8volley Domodossola impegnato nella lunga trasferta di Acqui Terme nella seconda giornata del campionato di serie C. I domesi infatti escono sconfitti con un secco 3 a 0 che rispecchia abbastanza il divario in campo tra le due compagini: infatti gli acquesi con una formazione rimaneggiata rispetto la scorsa stagione e che vede un bel mix tra giovani talentuosi e giocatori più esperti provenienti da categorie più alte, sono sicuramente una squadra che punta alle parti alte della classifica. Gli ossolani dal canto loro sono in corsa salvezza e quindi già in partenza si capisce che gli obiettivi tra le due squadre sono differenti, così come le potenzialità. Eppure la squadra di coach De Vito a tratti è rimasta anche aggrappata al match, come nel secondo set, pur mantenendo ancora una soglia di errori troppo alta per permettere di rimanere in gara più a lungo.  Nel primo set si parte con il sestetto che aveva debuttato anche settimana scorsa nella prima di campionato: Savoia in regia, opposto De Vito, Baccaglio e Poletti schiacciatori/ricevitori, Pedaci e Gironda centrali e libero Turci. I padroni di casa partono subito fortissimo al servizio e per di più ricevono egregiamente, il talentuoso palleggiatore di Acqui può mandare a segno tranquillamente le sue bocche di fuoco e per Domo sono subito problemi. Lentamente gli ossolani si sistemano soprattutto in fase di ricezione, provano a forzare dal servizio risultando però troppo fallosi, ma riescono comunque a guadagnare qualche punto. 25 a 19 il risultato finale per i padroni di casa. Nel secondo set Domodossola parte malissimo: subito la squadra va sotto 9 a 3, non riuscendo a mantenere buone percentuali in fase di cambio palla. Come nel primo set però il BISTROT ha il grosso merito di non mollare e di rimanere in partita e intorno a metà set il gap è praticamente annullato (16-14). Le due squadre continuano punto a punto ma sul 23 a 21 una schiacciata di Poletti toccata in difesa dal libero avversario tocca il soffitto, ma il punto non viene dato allo schiacciatore omegnese, anzi viene fischiata la contesa dal direttore di gara. Grandissime le proteste ossolane, ma nulla da fare: in un attimo il set si chiude 25 a 21, con i padroni di casa che si limitano a sfruttare il nervosismo dei domesi. Nel terzo set Domo parte un pò meglio, ma continua la sfilza di errori dai nove metri degli ossolani (saranno addirittura 8 solo nel terzo parziale). I bianco blu, trascinati da uno straordinario Pedaci (6 su 6 e 100% in attacco nel set), provano a rimanere attaccati al match. Coach De Vito gioca anche le carte Cuda per Baccaglio e Grazioli per Gironda. Si arriva sul 19 a 17 e a questo punto Domo stacca la spina, non riuscendo più a pungere in attacco.25 a 18 il punteggio finale. Nessuna tragedia ovviamente perché l'avversario era decisamente più forte del Bistrot2mila8volley; dispiace comunque per il secondo set nel quale la partita era più che mai aperta e per il numero, veramente troppo eccessivo, di errori che, se contenuti, avrebbero magari indirizzato la partita in un'altra direzione. Come già detto però non sono di certo queste le partite nelle quali bisogna categoricamente ottenere risultato. Sabato prossimo al Palaspezia invece andrà di scena alle ore 18:00 un match molto delicato. Arriva infatti in casa del Bistrot l'Olimpia Aosta, squadra che sulla carta potrebbe essere alla portata dei domesi. Sarà importantissimo arrivare al match con la massima concentrazione per giocarsi questo scontro diretto senza alcun timore. 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.