1

App Store Play Store Huawei Store

corta gallo dito ok bernardino

DOMODOSSOLA- 26-10-2015-Duro comunicato del gruppo Sos Ossola contro l'onorevole Enrico Borghi, accusato di fare da regista in una presunta congiura contro l'alta Ossola nella questione della scelta dell'ubicazione del nuovo ospedale unico promesso dalla Regione: “Non possiamo tacere- scrive il presidente Bernardino Gallo- il comportamento deprecabile ai vari livelli istituzionali ma, soprattutto dei sindaci dell'Ossola sotto la pressione, per quanto risulta anche dalla cronaca, dell'onorevole Borghi. I fatti: sulla sicurezza e il ridimensionamento del ruolo della polizia di frontiera a Domodossola, ieri l'on. Enrico Borghi ha comunicato di aver chiesto e ottenuto un incontro con il questore e, con troppe parole rassicuranti nel tentativo di negare il tutto, ha preannunciato in politichese, quindi ambiguo, di aver già chiesto sul tema un incontro “ad hoc” al sottosegretario all’Interno. Il tema sarebbe il non rispetto del trattato di Schengen da parte della Confederazione Svizzera con i respingimenti, mentre ai distratti potrebbe sembrare un intervento per evitare i tagli che ci sono tutti e molto pesanti. Sulla questione ospedale unico gli interventi sono più numerosi ma tutti in linea e sintonia con la giunta Chiamparino, Reschigna, Saitta, dopo la loro proposta di far decidere i sindaci per l'ospedale unico e relativa ubicazione entro trenta giorni. Sempre sotto la regia del signore del castello visconteo, nella giornata di sabato si sarebbe svolto un summit segretissimo, probabilmente nelle segrete, durante il quale si sono decise le linee per far approvare l'ospedale unico e la sua ubicazione, al di fuori dell'alta Ossola e probabilmente ad Ornavasso. In sostanza la bassa Ossola si è alleata con i verbanici conto l'alta Ossola con tutti i comuni importanti in termini di abitanti e le valli Vigezzo, Antigorio, Formazza, Divedro, Bognanco, Anzasca. per cancellare l'ospedale San Biagio. Alla faccia del campanilismo qui il bue chiama cornuto l'asino. Ieri 26 si sono riuniti i sindaci ossolani per convincerli ad aderire a questo dictat , a porte chiuse, fidando anche nell'acquiescenza al pensiero unico di molti di loro con in prima fila il neo sindaco di Crevoladossola. Su questo tema così delicato dove è necessaria la massima trasparenza e il totale e pieno coinvolgimento del Popolo, costoro sono restati barricati nella cittadella del potere con fuori anche i giornalisti mentre altri sindaci del Piemonte sono insieme al popolo a contestare i tagli della Giunta Chiamparino - Reschigna! Nessuna comunicazione al termine della riunione e non perchè se perchè se ne vergognassero anche perchè in estrema contraddizione con loro dichiarazioni pubbliche come nelle manifestazioni popolari e di documenti solenni sottoscritti che si sono rimangiati senza fare una piega. Altro che trasformismo siamo al triplo salto mortale. Indiscrezioni un compromesso Piedimulera e Ornavasso. I sostenitori di Piedimulera che pure avevano motivazioni più che valide in termini di tempi e minor risorse, accettando le due sedi, a meno che non siano stupidi, fanno finta di non sapere che la scelta cadrà su Ornavasso! La frittata è fatta Risultato prevedibile e tragico per Domodossola, l'alta Ossola, e noi riteniamo anche per il Vco, mentre si agitano i soliti interessi, sui lavori e intorno ai terreni da espropriare e a quelli circostanti il cui costo innalzerà alle stelle.

Oggi 27 si riuniranno, (normalmente sempre a porte chiuse), i sindaci della cosiddetta rappresentanza dell' Asl Vco, che sono cinque con Cattrini e Monti per l'Ossola, dai quali non speriamo niente avendo accettato il ricatto di discutere di territorio senza problema Dea.

Risultato prevedibile e tragico per Domodossola, l'Ossola e noi riteniamo anche per il Vco, mentre si agitano i soliti interessi, sui lavori e intorno ai terreni da espropriare e a quelli circostanti il cui costo innalzerà alle stelle. Rammentiamo che noi su questo abbiamo avanzato quattro condizioni: 1- Un confronto ampio e con proposta da far condividere al popolo che dovrà essere convinto per scegliere l'ospedale unico anzichè, il Castelli o il San Biagio. 2 - Se il Popolo accetterà l'ospedale unico, tempi veloci e senza sprechi, quindi Piedimilera. 3 - Chiediamo la certezza di una fase transitoria senza toccare i due DEA. 4- Destinazione importante del Castelli e soprattutto del San Biagio che dovrà avere una ricaduta non solo sanitaria e sociale ma anche economica sul territorio, almeno vicina a quella dell'ospedale. In questa situazione SOS Ossola non potrà restare neutrale e si schiererà a favore di tutte le forze politiche, (compresa UNA, che intenderanno coinvolgere il popolo e attenersi alla sua volontà,. (compresa UNA Unione Nuova Autonomia, in avanzata fase di organizzazione).Terremo a mente questi comportamenti e li rammenteremo agli elettori e ne vedremo delle belle!”

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.