1

App Store Play Store Huawei Store

corta uva cosasca

VILLADOSSOLA – 19-11-2015 Al centro museale ex cinema Sociale di Villadossola si terrà venerdì sera alle 20.30  una tavola rotonda organizzata dall’Associazione dei produttori agricoli ossolani per discutere del futuro della viticoltura ossolana. La serata, che si aprirà con la proiezione del film “Rupi del Vino” di Ermanno Olmi, sarà condotta dall’agronomo Michele Vigasio, responsabile della viticoltura delle colline novaresi e delle valli ossolane, che analizzerà dal punto di vista tecnico e agronomico l’andamento dell’annata viticola 2015. “Un’annata straordinaria dal punto di vista meteorologico – spiega il presidente dell'associazione Pier Franco Midali - con una primavera prolungata e un’estate molto calda, che ha garantito la piena maturazione delle uve e una buona qualità del vino prodotto”.  Seguirà un confronto sulle problematiche tecniche e sui nuovi scenari che si prospetteranno dal primo gennaio 2016, circa l’utilizzo dei prodotti fitosanitari alla luce delle nuove disposizioni che cambieranno le norme del loro impiego. Sarà spiegato, in pratica, cosa cambia in materia di prevenzione e cura delle malattie della vite, chi potrà utilizzare i prodotti fitosanitari e come dovranno essere smaltiti i residui e gli imballaggi degli stessi.  Ci sarà infine un confronto  dibattito sulle nuove prospettive per la viticultura ossolana .  “Guardare al futuro della nostra viticoltura – dice Pier Franco Midali, presidente dell’APAO - significa adottare tutte le misure politiche ed economiche per il recupero del paesaggio terrazzato ossolano. Non è più possibile rimanere indifferenti nei confronti dell’incuria e dell’abbandono in cui versano le rive terrazzate del nostro territorio e al disinteresse di quest’ultimo mezzo secolo che ne ha minata la sopravvivenza. Proprio dai vigneti impiantati sui terrazzamenti, nasce, infatti, uno dei prodotti di nicchia del nostro settore agroalimentare, quel vino ossolano che dopo aver ottenuto la Doc ha saputo attirare nuovi viticoltori che hanno impiantato dei moderni vigneti un po’ ovunque attratti dalla qualità del prodotto e dalla consapevolezza di contribuire a mantenere un ecosistema unico che l’Ossola non può  perdere”. L’Associazione dei produttori agricoli ossolani alla fine della serata illustrerà, agli interessati, anche le modalità di prenotazione di barbatelle e alberi da frutto  nonché dei materiali utili all’impianto di nuovi vigneti.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.