1

App Store Play Store Huawei Store

corta ospedale piedimulera interno progetto

DOMODOSSOLA- 25-11-2015- Un'intesa basata sul nulla. C'è parecchio scetticismo

tra gli esponenti di Fratelli d'Italia An di Domo sul futuro sanitario provinciale: “Dopo aver letto e riletto attentamente il protocollo d'intesa  sottoscritto per la realizzazione del nuovo ospedale, ci siamo accorti che non c'è scritto nulla di concreto”. Così Fabio Basta di Fratelli d'Italia An - Domodossola commenta il protocollo firmato tra Regione Piemonte e Vco: “Sono solo supposizioni,ipotesi, promesse, infatti, l'area deve ancora essere valutata dai vari Servizi dalla Regione; le risorse non sono state ancora individuate, salvo ipotizzare l'intervento di un ipotetico soggetto privato al momento totalmente sconosciuto come ha affermato lo stesso assessore Saitta. L'unica cosa chiara e che i comuni di Verbania e Domodossola dovranno variare il piano regolatore per valorizzare le aree dove ci sono gli attuali Ospedali in modo che la regione possa venderli. Non si riesce nemmeno a capire quali siano stati i criteri che hanno determinato la scelta dell'area se non quello di un compromesso esclusivamente di carattere politico in particolare interno al Pd per il quale gli esponenti ossolani di quel partito i si sono piegati ai voleri verbanesi. Non è stata nemmeno minimamente presa in considerazione l'area di Piedimulera che era già stata giudicata a suo tempo idonea  e dove si erano gia spese notevoli risorse pubbliche e già pronta ad accogliere l'opera accorciando notevolmente i tempi per la realizzazione   Rimanendo convinti della  necessità di un ospedale nuovo,  per quello visto fino ad ora, rimane forte il dubbio che si tratti di un grande bluff che serva solo  ad allungare l'agonia di uno dei due Dea e che sarà proprio l'Ossola a prendere l'ennesime fregatura”. 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.