1

App Store Play Store Huawei Store

corta galvani consiglio comunale

DOMODOSSOLA – 26-11-2015- “La situazione della sicurezza a Domodossola dopo i recenti attentati terroristici di Parigi è migliorata a causa dei controlli che vengono fatti”. A dirlo è stato il sindaco di Domodossola Mariano Cattrini rispondendo giovedì sera ad un' interpellanza presentata dal capogruppo della Lega Nord Riccardo Galvani. “Le nostre forze di polizia – ha ribadito il primo cittadino - lavorano in modo egregio”. Nell'interpellanza Galvani poneva l'accento sul fatto che la chiusura delle frontiere da parte della Francia ed il pressante controllo del territorio della Gendarmeria Svizzera avrebbero fatto riemergere il problema dei numerosi respingimenti alle frontiere, i quali, si traducono in una forte concentrazione di richiedenti asilo presso la stazione internazionale di Domodossola. Su questo punto Cattrini ha risposto. “Per quanto riguarda il flusso migratorio Il controllo rimane pesante sia da parte della Francia sia dell'Italia per cui il flusso migratorio respinto dalla Svizzera è quello normale, cioè delle persone che non hanno passaporto e permesso di soggiorno. L'unico treno che da maggiori preoccupazioni e quello Venezia – Parigi i controlli sono comunque pesanti. A Domodossola queste persone non restano, velocemente se ne vanno altrove”. Galvani nell'interpellanza chiedeva al sindaco di avere ragguagli sull'allarme recentemente lanciato dal Sindacato di Polizia Silp Cgil con cui denunciava la volontà della direzione centrale di sacrificare la peculiarità della doppia funzione dell'ufficio di Domodossola, riducendo nei fatti la sicurezza sul territorio Domese . ” Non ci può essere declassamento – ha detto Cattrini- perchè è già declassato, abbiamo una polizia di frontiera e il controllo del territorio, ma non esiste un ufficio di controllo. C'è stato un tentativo di ridurre l'attività del controllo del territorio, ma nell'incontro avuto con il questore e onorevole Enrico Borghi il questore ha rassicurato che a fronte di una situazione emergenziale oggi l'intervento rimane come prima”. “I flussi migratori sono diminuiti proprio in seguito ai controlli – ha ribadito il sindaco – per quanto riguarda i nomadi ci sono persone che giungono a Domodossola da Torino, Novara e Milano ma questo fatto è limitato al sabato, le forze dell'ordine hanno dissuaso un grosso numero di nomadi, certo il ricambio è costante”. Galvani si è detto parzialmente soddisfatto della risposta del sindaco. “A noi non risulta – ha detto - che siano diminuiti i flussi, in questo momento la rotta balcanica è quella preferita, ma qui passano tutti i giorni centinaia di persone che poi difficilmente raggiungono la meta del Nord Europa”.

Per il video degli interventi di Galvani e Cattrini clicca qui

Per la videointervista a Galvani clicca qui

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.