1

App Store Play Store Huawei Store

corta treno vigezzina neve

VILLADOSSOLA – 11-12-2015- Giovedì nella chiesa di Cristo Risorto il rettore del Santuario di Re padre Giancarlo Julita ha presieduto un momento di preghiera e un incontro e sul significato del Giubileo e ha dato alcuni consigli ai pellegrini che varcheranno il prossimo anno la Porta Santa del Santuario di Re. Anche i padri oblati della Basilica si stanno preparando allo storico evento. “Ci stiamo preparando con dei sussidi da dare ai pellegrini – ha detto don Giancarlo Julita - e poi soprattutto stiamo preparando i confessori, in modo che i pellegrini che verranno per vivere il Giubileo possano essere adeguatamente accolti dai sacerdoti del Santuario. Il mio consiglio è non avere premura, ma prepararsi perchè la grazia del Giubileo inizia a casa nostra, quando sentiamo il desiderio di incamminarci per incontrare la Misericordia del Signore”. E' stata una sorpresa il fatto che quella del Santuario di Re fosse definita Porta Santa:“Le altre volte – ha detto padre Julita - c'era la possibilità di acquistare il Giubileo anche nelle altre diocesi, ma non si parlava mai di porta Santa, perchè fino al 2000 anche a San Pietro si sottolineava il muro davanti alla porta Santa che veniva demolito”. Per raggiungere Re per l'apertura della Porta Santa il primo gennaio alle 16 il vicariato ha organizzato “Il trenino della Misericordia” ovvero una corsa speciale riservata ai pellegrini che partirà alle 14.25 da Domo e farà ritorno da Re alle 17.40 il costo è di 10 euro le prenotazioni dovranno essere effettuate presso i parroci.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.