1

App Store Play Store Huawei Store

gazebo lega domodossola mascherine

DOMODOSSOLA- 28-07-2021-- Antonella Ferraris, Fabio Patelli, Marco Bossi

escono dalla Lega in sintonia con il sindaco Lucio Pizzi. Un terremoto per il coordinatore cittadino Mario Bentivoglio e per il partito : "L’ordine del giorno relativo alla problematica del Punto nascite di Domodossola ci ha imposto una seria riflessione sull’approccio del nostro partito al tema della sanità ossolana, e non solo, tema su cui non avremmo dovuto discutere nuovamente- scrivono in un comunicato i tre storici consiglieri leghisti- riteniamo che la Lega avrebbe dovuto confrontarsi preliminarmente su un argomento così importante prospettandoci, quali rappresentanti in seno all’Amministrazione Comunale, la linea sia del partito che della Regione rispetto alle prospettive concrete connesse alla riorganizzazione sanitaria del Verbano Cusio Ossola, dalle quali discendono le decisioni relative al Punto nascite ma anche all’annunciato nuovo Ospedale di Domodossola.

 

A fronte di tale atteggiamento, teso a far prevalere decisioni calate dall'alto, non ci sentiamo di dover accogliere inopportune direttive partitiche dell’ultimo minuto, in contrasto con le giuste rivendicazioni portate avanti con coraggio e determinazione dal Sindaco Lucio Pizzi.

 

Dobbiamo anche prendere atto, per onestà intellettuale, che l'eventuale riapertura del Punto nascite non sarebbe certo merito della Lega o di altri partiti ma dell'accesa battaglia del primo cittadino domese e del timore di un sollevamento popolare.

Da ormai cinque anni, in veste di Assessore e Consigliere comunale, condividiamo con il Sindaco Pizzi un’attività amministrativa i cui risultati sono evidenti e che è stato possibile raggiungere partendo dalla completa assenza di negative influenze partitiche.

Anche chi si è unito nell’ultimo periodo in qualità di consigliere subentrante ha subito percepito e apprezzato quest’aria, totalmente diversa rispetto a quanto si respira ad ogni livello.

Comunichiamo quindi, pur con la sofferenza di chi ha creduto in qualcosa e si sente profondamente deluso, l’uscita dei sottoscritti dal partito nonché, conseguentemente, di aver protocollato questa mattina la fuoriuscita dal Gruppo consiliare della Lega.

 

Le nostre idee di difesa e di tutela del territorio rimangono in campo immutate ma sempre più al fianco di chi ha dimostrato coi fatti di saperle concretizzare.

Non è facile il compito che ci siamo assegnati, quello di fare politica senza prendere ordini da un partito, ma lo porteremo avanti senza esitazione, fiduciosi di rivolgerci ad una Città e a un territorio che lo capiscono e lo meritano".

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.