1

App Store Play Store Huawei Store

corta graziobelli liliana

DOMODOSSOLA – 18-12-2015 Il consiglio comunale di Domodossola disapprova

la scelta fatta dal comune di Verbania di non pagare al Conser Vco la rata di agosto a causa di disservizi e teme che la scelta si ripercuoti su altri comuni. Ieri è stata la stessa maggioranza a proporre un ordine del giorno sul Conser Vco che sarà ora inviato a tutti i comuni ossolani: “Considerata la scelta unilaterale del Comune di Verbania di non pagare tutta la rata del mese di agosto decurtandola del 20 per cento. Considerando che questa scelta potrebbe ricadere in primis sulla società – si legge nel documento - ma anche su tutti i comuni serviti da Conser Vco. Il consiglio impegna la giunta a vigilare perchè la quota non pagata dal Comune di Verbania in alcun modo si traduca in un maggior onore per le casse comunali”. “Questo tipo di approccio – ha spiegato l'assessore Liliana Graziobelli - costituisce un pericoloso precedente che potrebbe portare a dissesto finanziario la società cui nel recente passato si è chiesto di “ristrutturare” il bilancio in modo pesante. I disservizi non li ha avuti solo Verbania ma anche altri comuni e tra questi il nostro”. L'amministrazione si rende disponibile a fare in modo che i meccanismi di controllo della qualità del servizio previsti dal contratto vengano vagliati, secondo le procedure previste dallo statuto della società per valutare eventuali modifiche che li rendano maggiormente efficaci a garanzia del servizio di qualità di tutti i cittadini. Sull'ordine del giorno la minoranza si è astenuta e in particolare il consigliere Angelo Tandurella ha chiesto chiarimenti sull'utilizzo del fondo rischi. “Mi è giunta voce- ha detto Tandurella- che sia stato utilizzato dal Conser Vco il fondo rischi per far fronte ai debiti derivanti dalla causa persa con l'immobiliare Vco”. Secondo l'assessore non può essere avvenuto ciò, perchè sia il comune di Domodossola che quello di Villadossola hanno chiesto di mettere a verbale che quell'accantonamento non possa essere utilizzato per far fronte a debiti sono antecedenti alla fusione delle due società.

Per la videointervista a Liliana Graziobelli clicca qui

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.