1

App Store Play Store Huawei Store

corta consiglio villa ravandoni bartolucci

VILLADOSSOLA – 19-12-2015_ Il tema della sanità è arrivato anche sui banchi

del consiglio comunale di Villadossola, un ordine del giorno in tal senso era stato richiesto dalla minoranza e venerdì sera è stato discusso. Dopo una cronistoria degli ultimi avvenimenti da parte del sindaco di Villadossola Marzio Bartoluccci il consigliere di minoranza Franco Ravandoni ha espresso la propria posizione: “Sul tema sanità non c'è maggioranza o minoranza. Anch'io - ha detto - avrei votato come Bartolucci per l'ospedale unico, perchè questa è la soluzione migliore, tuttavia per Domodossola si tratta di un disastro socio economico, ne pagherà il conto tutto il territorio, ci sarà uno spostamento del tessuto socio economico quando si perde il centro aggregante, l'abbiamo visto a Villadossola con l'industria, si tratta di una catena che si ripercuote su tutto il sistema. Questo si è verificato perchè Domodossola non è mai stata capace di essere centro di riferimento e di aggregazione, e questo è uno dei motivi per cui sono contrario alla fusione del comune di Villa con Domodossola”. Ravandoni si è poi soffermato sul fatto che buona parte dei sindaci hanno votato di fare un ospedale unico provinciale su un posto che non hanno mai visto. “Tanti – ha detto - non sono andati a vedere dove deve nascere l'ospedale per rendersi conto. Si fanno battaglie e si discute per anni sui giornali e poi si sceglie di fare l''ospedale senza andare a vedere il luogo. Mi sembra di rivedere il discorso della provincia, noi siamo un budello incuneato nella Svizzera e le cose che vanno via di qua non tornano più. Non dobbiamo avere speranze che si possa costruire un tessuto socio economico distrutto”. Sia dalla minoranza con Ravandoni sia dalla maggioranza da parte del capogruppo del Pd Anna Gaudio, è arrivato l'invito al sindaco a vigilare in particolare sui tempi della costruzione e sul fatto che fino alla costruzione del nuovo ospedale i servizi al San Biagio continuino ad essere in funzione. “Fa parte dei miei doveri -ha detto il sindaco – vigilare affinchè il progetto abbia il suo percorso così come immaginato dalla Regione e avvallato dai sindaci. Con l'accordo che non vengano chiusi i servizi. Con la realizzazione dell'ospedale ad Ornavasso ci sarà una modificazione dell'assetto economico. Dobbiamo essere in grado di reggere il cambiamento”.

Per le videointerviste a Ravandoni e Bartolucci clicca qui

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.