1

App Store Play Store Huawei Store

corta carnevale polacchi cattrini

DOMODOSSOLA- 06-02-2016- Il capogruppo del Partito Democratico

in consiglio comunale Davide bolognini riaccende la polemica sul contributo non erogato al Comitato polenta e sciruii per l'organizzazione del Carnevale domese, un diniego che ha portato i membri del comitato, per la prima volta nella storia, a partecipare alla cerimonia di consegna della chiavi della città senza gettare coriandoli, occasione che il presidente del comitato Alberto Polacchi ha sfruttato per lanciare una “frecciatina” al sindaco mariano Cattrini ed alla sua giunta che hanno sostenuto il “Carnevale multietnico”: Caro Alberto- scrive il capogruppo del Partito Democratico in consiglio comunale- mi permetto di scriverti perché ci conosciamo da anni ( come capita a chi è della stessa generazione) Il Comitato Pulenta e Sciriuii, componente consolidata nell’ambito delle tradizioni folkloristiche locali, ha fruito negli anni attenzione da parte della Amministrazione , ovviamente sempre vincolate alle disponibilità di bilancio. Il Comitato Pulenta e Sciriuii ha potuto usufruire negli anni di contributi sia diretti che indiretti: Anno 2012 € 1.000,00 + € 2.200,00 Anno 2013 € 1000,00 + € 1.199,50 ( contributi diretti )

Contributi indiretti con la messa a disposizione di alcuni supporti logistici: per il Carnevale 2015 sono stati quantificati costi per € 4.500,00 .A termini di regolamento comunale il Comitato Pulenta e Sciriuii ha presentato domanda di Contributo entro il 15 ottobre per la realizzazione di nuovo palco per una spesa di 18000 euro, richiedendone 6000 al Comune. La pratica è stata inserita nella relativa istruttoria.

Alberto hai lamentato il mancato contributo per la manifestazione di Carnevale, laddove invece lo stesso contributo potrà essere concesso o non concesso (intanto, dopo lo svolgimento della manifestazione e certo non prima) e soprattutto dopo l'approvazione del Bilancio comunale 2016 e dopo l'unica Delibera  di Giunta, con la quale si concederanno eventuali contributi a tutte le Associazioni e per tutte le iniziative svolte nel primo semestre del 2016 ed è evidente che solo la prossima Amministrazione avrebbe potuto concedere o meno un contributo per il carnevale di questi giorni. Forse Alberto non sapevi come funziona la cosa? Sbaglio o eri Presidente già l'anno scorso? Ma soprattutto, hai letto la lettera che ha ricevuto dai nostri Uffici il 15.10.15, che spiega puntualmente come funziona?????

Una mia parente, da bambina, aveva appiccicato sulla porta della sua stanza un foglio di carta con la scritta: «Rispettare le regole». Era una bambina tutt’altro che docile e riguardosa, bensì avventurosa e vivace. Forse proprio per questo aveva istintivamente capito, senza aver letto alcun libro di diritto, che delle regole non si può fare a meno, se si vuole star bene insieme. La regola non ha mai goduto di buona stampa. È una delle prime vittime della retorica sentimentale che falsifica il profondo sentimento della vita e delle sue contraddizioni. Non c’è poetastro che non vanti la propria sofferta e appassionata fantasia insofferente di norme stilistiche, anche se il suo collega Dante Alighieri ha dimostrato che rispettare la metrica, l’ordine della terzina e della rima e il numero di sillabe del verso può essere efficace per rappresentare il caos delle passioni, il mistero del mondo e di ciò che sta oltre. Non esiste libertà senza regole È lecito cambiarle,se non piacciono, non ignorarle. Le stesse regole della metrica seguite da Lorenzo de Medici per la sua canzone di Carnevale “ Il Trionfo di Bacco e Arianna”. Buon Carnevale Alberto, Togn e la Cia, al Comitato , ai cittadini e alle cittadine domesi e ...chi vuol esser lieto, sia: di doman non c’è certezza”

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.