1

App Store Play Store Huawei Store

b cassaforte banca

DOMODOSSOLA- 13-04-2016- La provincia del Vco conta attualmente oltre 6500 frontalieri, lavoratori che raggiungono la vicina Confederazione Elvetica per motivi di lavoro. Lavoratori che vanno, lavoratori che vengono. Giovani che iniziano, anziani che finiscono. Altri che cambiano tipologia di occupazione o Cantone di lavoro. Non sempre tutti stanno attenti all’accumulo del 2° Pilastro e quindi ecco che le Casse Pensioni Svizzere denunciano di avere in deposito oltre 2,7 miliardi di franchi che aspettano di essere richiesti dagli aventi diritto. Le stesse stimano che siano circa 600.000 i conti non reclamati dai legittimi proprietari. Conti che vanno da pochi centesimi a qualche migliaio di franchi. Le Casse Pensoni denunciano che di molti lavoratori hanno perso traccia. In molti casi i soldi del 2° Pilastro sono stati lasciati in deposito nel momento di un cambio di datore di lavoro non segnalato correttamente. Per la Svizzera è il lavoratore che sceglie la Cassa in cui versare i suoi soldi, ma è lui che deve anche segnalare i possibili mutamenti. Se il lavoratore non segnala il cambiamento, dopo due anni, i suoi soldi finiscono su un conto dell’Ufficio Centrale del 2° Pilastro e lì restano fintanto che lui non li richiederà o fintanto che la Cassa non riuscirà a rintracciarlo. Il direttore Max Meili precisa che: “Attualmente, grazie a migliori registrazioni di dati diversificati dell’intestatario, alcuni titolari sono stati rintracciati. Altri si pensa di riuscire a trovarli entro breve tempo (34%). Una parte sono fra quelli considerati “non distribuibili” in quanto non ben identificabili”. Stupisce che i depositi non domandati siano in costante aumento. Oggi hanno raggiunto la strabiliante cifra di 2,7 miliardi di franchi ossia un miliardo in più rispetto al 2009. Max Meili dice: “Molti lavoratori stranieri non conoscono il meccanismo del 2° Pilastro e rientrano nel loro paese senza richiedere le proprie spettanze. Se qualcuno pensa di aver scordato i suoi averi presso la Cassa Pensioni può rivolgersi direttamente alla stessa. Lo scorso anno l’Ufficio Centrale del 2° Pilastro ha versato ai legittimi proprietari la somma record di 940 milioni di franchi”.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.