1

App Store Play Store Huawei Store

b corsini monica consiglio gialla

DOMODOSSOLA- 29-08-2016- E' guerra nella minoranza domese.

Il Partito Democratico lancia pesanti accuse al Movimento 5 Stelle in un comunicato stampa in cui si sostiene che siano stati i pentastellati ad appoggiare al ballottaggio Lucio Pizzi, ed ora attacchino immotivatamente la precedente giunta Cattrini sulla questione del debito che il Comune ha con la famiglia Bragoni, pari ad oltre 1,2 milioni di euro, come da recente sentenza: Dove vanno i 5 Stelle di Domo? - si chiedono nel comunicato dal Pd domese- Dopo l' exploit elettorale ed il disinvolto voto a destra, i 5 Stelle domesi mostrano coerenza e continuano a svolgere diligentemente la funzione di supporto alla Giunta Pizzi, come con la mozione sulla sentenza che condanna il Comune a pagare ancora nella causa Bragoni. E' curioso il modo con il quale, puntigliosamente e senza mostrare dubbio alcuno, cercano di sollevare dubbi sulla correttezza della precedente Giunta di Centro Sinistra.

Quando la Corte dei Conti si impegnerà a verificare – così come è suo dovere istituzionale – le responsabilità di chi, a suo tempo, non applicò le corrette procedure di esproprio dei terreni Bragoni, il Partito Democratico di Domodossola si unirà al plauso di tutti quei cittadini che hanno a cuore il “bene comune”.

Tuttavia, da quanto riportato dai mezzi di informazione, qui sembra che il “fuoco purificatore” dei locali pentastellati sia di più breve respiro e concentrato su quanto, a loro avviso, non avrebbe fatto l' Amministrazione Cattrini, non prevedendo fondi per fare fronte ad eventuali addebiti come quello ora venuto a conclusione a seguito della sentenza della Magistratura.

Il Pd domese è consapevole del danno che verrà a tutta la Comunità quale conseguenza di una sentenza il cui esito non era né scontato, né previsto. Ma si dà il caso che la precedente Amministrazione abbia lasciato un Bilancio senza alcun “baco” o zona grigia. Al contrario – e ciò i Consiglieri pentastellati avrebbero potuto facilmente verificare – l' Amministrazione Cattrini, pur in assenza di dati certi per come sarebbe andata a finire la causa Bragoni, hanno lasciato un significativo avanzo di Amministrazione impiegabile in queste evenienze.

Inoltre, sempre quale misura prudenziale, verso la primavera di quest' anno, l' Amministrazione Cattrini ha rinunciato ad utilizzare 363.000 eu, destinandoli genericamente per oneri eccezionali. Ma la verifica dei fatti non è prioritario per questi ardenti moralizzatori ed è evidente che il ruolo che i pentastellati domesi intendono assumersi è sempre più simile a quello di un regista alla Pirlo nel fornire assists al centavanti­sindaco­sceriffo Lucio Pizzi.

Il Partito Democratico domese, pur nelle presenti difficoltà, costituisce la forza politica più coerente nel porre un baluardo al preoccupante pressapochismo che, inevitabilmente, si volge in dilagante qualunquismo”.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.