1

App Store Play Store Huawei Store

b carabinieri stazione

DOMODOSSOLA- 13-11-2016- Sono venuti dalla Svizzera per compiere

un furto in una abitazione a pochi passi della stazione domese, stabile in precedenza già visitato più volte dai malviventi. Ma sono stati scoperti dalla padrona di casa, che ha chiamato i carabinieri. Grazie ai militari, e con l'aiuto anche di conoscenti che erano con la padrona di casa, i due malviventi sono stati acciuffati dopo un inseguimento per il centro città ed arrestati. Si tratta di due svizzeri di origini kossovare:

“Trovarsi i ladri in casa a Domodossola in centro alle 4 del pomeriggio- spiega uno degli uomini che era con la padrona di casa e che ha inseguito, acciuffandolo, un malvivente- un pericolo assoluto per la signora anziana che senza perdersi d' animo è riuscita a chiamare i carabinieri e la famigliare. Due, forse tre individui, attrezzati, avevano sfondato le porte, i cancelli, le catene e le serrature. Il furto era stato fatto in due momenti, uno prima di mezzogiorno, interrotto dall' arrivo della polizia che aveva effettuato rilievi, l' altro spavaldamente nel pomeriggio, che poi ha portato all' arresto di due cittadini svizzeri di origine slava. La cattura è stata rocambolesca con un carabiniere che si è infortunato ed è andato al pronto soccorso, un ladro che è scappato per le vie centrali della città ma che è stato identificato e consegnato alla pattuglia. Grande ringraziamento alle forze dell' ordine per il loro impegno, ma la questione è gravissima- aggiunge uno dei protagonisti- poteva facilmente trasformarsi in una tragedia nel caso che la signora non se ne fosse accorta prima di entrare in casa, oppure se avessero raggiunto la loro automobile targata svizzera, lanciandosi in fughe pericolose per chiunque. Parliamo di cittadini svizzeri che vengono in Italia a rubare, forse perchè il rischio è minimo e forse a breve saranno già rimessi in libertà... Molti sono i danni che hanno causato agli infissi a ad oggetti antichi, che hanno rubato e frantumato. Danni che nessuno risarcirà, e considerando che questo è il diciassettesimo furto nella stessa abitazione in due anni (sempre con con visita successiva della polizia) possiamo dire che la sicurezza a Domodossola è inesistente, tutti siamo vulnerabili, sia gli anziani che i bambini. Oggi è andata così ma domani piangeremo chissà quale tragedia. li vogliamo fermare?”.