1

App Store Play Store Huawei Store

corta bartolucci vittoria elezione

DOMODOSSOLA- 19-11-2016- Dopo le critiche rivolte dal comitato Sos Ossola, Cusio, Verbano tramite il suo presidente Bernardino Gallo all'Unione delle Valli dell'Ossola il presidente Marzio Bartolucci risponde in maniera piccata, difendendo l'ente e le decisioni prese, smentendo alcune parti del comunicato e criticando i media locali, specie quello on line, perchè, a suo dire, pubblicano dichiarazioni virgolettate (!) “senza minimamente verificare il loro contenuto”: “Ho letto tra le righe di uno sgrammaticato comunicato stampa da parte di un sedicente portatore di interessi alcune considerazioni circa l’operato dell’Unione che, protempore, rappresento; prendendo atto che è abitudine ormai consolidata da parte di molti organi di stampa quella di pubblicare “comunicati stampa” senza minimamente verificare il loro contenuto, in particolare quelli on line che evidentemente sentono “l’obbligo” di pubblicare almeno una “notizia” all’ora, mi corre l’obbligo di precisare, per coloro i quali avessero voglia di approfondire, che: l’Unione Montana Valli dell’Ossola non sta “ricattando” il Sindaco Pizzi con il delicato argomento della chiusura dello sportello locale dell’Agenzia delle Entrate; l’Unione ha invece manifestato, unitamente alle altre Unioni del territorio, la disponibilità a sostenere pro-quota i costi relativi alla sua permanenza: si è chiesto quindi al Comune di Domodossola la disponibilità a sottoscrivere con l’Agenzia delle Entrate la convenzione per la permanenza dell’Agenzia delle Entrate nei locali dell’edificio che della ex Comunità Montana, dato che ad oggi l’Unione Montana NON E’ l’ente proprietario dell’immobile e non ha perciò TITOLO a sottoscrivere la convenzione. Senza la disponibilità del Comune di Domodossola, quindi, l’Agenzia delle Entrate chiuderà lo sportello locale, nonostante, ribadisco, ci SIANO le risorse per mantenerlo a Domodossola.

L’Unione Montana, nell’occuparsi della collocazione dei Velobox sul territorio dei Comuni non ha, cito testualmente, “usato numerosi fondi per una questione marginale e non decisiva per la nostra periferia per la quale dovevano essere trovate altre forme di finanziamento e non quelle delle unioni il cui scopo principale è arrestare il declino delle periferie”; al contrario: ha propriamente esercitato una delle FUNZIONI FONDAMENTALI per cui le Unioni dei Comuni sono state create, nello specifico la funzione associata di Polizia Locale. Capisco che sia molto più comodo sparare vaccate a caso piuttosto che approfondire gli argomenti, ma le Unioni dei Comuni, al contrario delle soppresse Comunità Montante, non sono state create per essere Agenzia di Sviluppo della Montagna, ma per svolgere le funzioni comunali in forma associata, come ad esempio quella della Polizia Locale, delegata all’Unione da 10 dei 19 Comuni che fanno parte dell’Unione Montana che rappresento. Parlare quindi di uso improprio dei fondi non solo è sbagliato e fuorviante, ma anche strumentale, scorretto e ignorante.

Tanto si doveva per chiarezza e rispetto delle parti coinvolte.

Cordialmente

Marzio Bartolucci