1

App Store Play Store Huawei Store

corto giudice pace edificio domo

DOMODOSSOLA- 26-05-2015- Settimanalmente qualcuno lancia un appello alle istituzioni

affinchè provino, approfittando di una concessione del Governo, a riportare a Domo gli uffici del giudice di Pace. Prima uno dei decani degli avvocati domesi, Michele Viggiani, poi il sindaco di Seppiana ed ex presidente del Vco Alberto Preioni, ora il gruppo Sos Ossola, tramite il suo presidente Bernardino Gallo, che prova a coinvolgere il parlamentare Enrico Borghi nella faccenda: “Sul ritorno del Giudice di Pace a Domodossola, è intollerabile il silenzio degli interlocutori, mentre stanno scadendo i termini. Gli amministratori ossolani tacciono a partire dal sindaco di Villadossola e presidente dell'unione Bartolucci, dal sindaco di Domodossola Cattrini sino al commissario della Comunità Montana delle Valli Ossolane che avrebbe dovuto fare seguito a una delibera sul tema.Rammentiamo che è un servizio importante che ci è stato sottratto e che interessa molte persone in quanto, nei giorni lavorativi, vi sono una ventina di persone tra avvocati, parti in causa, testimoni e impiegati, che prendono la strada per Verbania partendo dall'Ossola. Si tenga conto che tale presenza significa anche maggior affluenza di persone a Domodossola con ricaduta su varie attività commerciali. Richiamiamo alla memoria che questo servizio è rilevante anche perchè ne aggregherebbe altri. Se ne rendono conto Bartolucci, Cattrini e altri amministratori che è molto importante oltre che un prezioso servizio, con varie sfaccettature positive per Domodossola e l'Ossola? Se ne rendono conto gli altri sindaci? E le Unioni? E la provincia? E gli esponenti del Vco regionali e del Parlamento? Per adesso tacciono e non rispettano, non tanto le nostre modeste figure, ma i numerosi aderenti al nostro gruppo, ben oltre le 12.500, che ci seguono e ci appoggiano sempre più numerosi nonostante che nella nostra zona latiti la Banda Larga! La comunità montana delle Valli Ossolane aveva adottato una delibera di assunzione di responsabilità e non solo sulla questione. Il nostro pensiero è che quelli che definiamo "poteri forti" annidati a Verbania, che hanno depredato l'Ossola e Domodossola di innumerevoli servizi negli ultimi 20 anni, sono talmente potenti da inibire qualsiasi iniziativa di avvocati, sindacati, amministratori e quanti altri. Rammentiamo che anche l'avvocato Michele Viggiani, un nostro amico, che è stato l'unico legale a sollevare il problema, oggi tace sul ritorno del Giudice di Pace. Facciamo un ulteriore tentativo rivolgendoci alla figura politica più attiva e dinamica per attivarsi anche su questo tema: l'onorevole Enrico Borghi al quale ci rivolgiamo formalmente e pubblicamente con un appello perchè si attivi, anche verso Unioni e Provincia per far ritornare a Domodossola e in Ossola il Giudice di Pace”.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.