1

App Store Play Store Huawei Store

sassolini

DOMODOSSOLA- 24-04-2017- Le bande di ladri hanno diversi stratagemmi per individuare i loro obiettivi ideali. Fra questi figurano dei “segnali” che i loro “esploratori” lasciano sulle porte o nelle immediate vicinanze. Già diversi anni fa è stato reso noto un codice di segni incisi sugli stipiti delle porte, per distinguere le case appetibili e non sorvegliate. Di recente nella nostra zona sono circolate voci a riguardo di altri stratagemmi come, ad esempio, quello di lasciare una manciata di sassolini davanti ai portoni o ai cancelli d’ingresso delle ville. I Carabinieri di Domodossola ci spiegano che esistono segni tipici, lasciati soprattutto dalle bande di residenti in campi nomadi, sugli stipiti delle porte o sui citofoni; si conoscono da tempo, tanto che possono essere facilmente reperiti su internet. Altri banalissimi stratagemmi consistono nel lanciare piccoli frutti o sassolini contro le persiane o le tapparelle, per vedere se qualcuno si affaccia; la presenza di questi oggetti per terra davanti alle facciate delle case potrebbe essere il segnale che qualcuno ha provato a saggiare il terreno. Man mano che vengono arrestati gli autori dei furti, i metodi di segnalazione si modificano: ce ne sono un’'infinità, usati in tutt’'Italia. Finora in Ossola non sono stati segnalati casi simili, spiegano ancora i militari dell'’Arma: le forze dell’'ordine fortunatamente in questi casi sono riuscite a fermare i delinquenti prima che operassero.

Mauro Zuccari

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.